L’Atalanta infila la terza: Bologna rimontato e battuto 2-1

L’Atalanta rimonta lo svantaggio iniziale firmato Ibrahima Mbaye e infila la terza vittoria di fila grazie ai centri di Gianluca Mancini e Duvan Zapata. Nerazzurri al decimo posto, il Bologna rimane quart’ultimo.

FORMAZIONI:

Bologna (3-1-4-2): Skorupski; Calabresi, Gonzalez, Helander; Pulgar; Mbaye, Svanberg, Dzemaili, Krejci; Palacio, Santander. All. Inzaghi.

Atalanta (3-4-3): Berisha; Toloi, Palomino, Mancini; Hateboer, De Roon, Freuler, Gosens; Ilicic, Barrow, Gomez. All. Gasperini.

CRONACA:

Partita fin da subito sui binari giusti per i felsinei che, dopo aver trovato il vantaggio in avvio con Mbaye, hanno potuto sfidare gli ospiti sul loro terreno preferito: quello che prevede un baricentro basso e veloci ripartenze. Un copione che i ragazzi di Inzaghi recitano alla perfezione per un tempo, grazie ad una grande attenzione in fase difensiva e all’ottimo lavoro in avanti svolto da Palacio e soprattutto Santander. Nella prima frazione è quindi l’Atalanta a far girare palla e comandare il gioco, vista la difficoltà però di trovare spazi tra le maglie della retroguardia rossoblù, alla fine è il Bologna a confezionare le azioni più insidiose.

Nella ripresa il canovaccio tattico non cambia, l’Atalanta però, rispetto ai primi 45’, può contare su uno Zapata in più. L’ariete colombiano, entrato dopo l’intervallo al posto di un evanescente Barrow, regala all’attacco orobico quel peso specifico di cui aveva bisogno e, non è un caso, che ci sia il suo zampino nell’azione che ha portato al pareggio, ma anche che sia il suo il goal della vittoria. Più sciolta e capace di sfruttare la supremazia territoriale acquisita, la squadra di Gasperini, potendo anche contare su un maggiore tasso tecnico, gestisce i minuti finali senza troppe ansie, lasciando al Bologna soprattutto l’amarezza per una partita che, con un pizzico di coraggio più, avrebbe anche potuto regalare dei punti.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo