L’Atalanta domina il Cagliari: 3-1

La squadra di Gasperini batte agevolmente quella di Di Francesco creando tantissime palle gol: nel primo tempo segna Miranchuk, nella ripresa pareggia Sottil ma subito dopo Muriel e Sutalo fissano il 3-1 che vale un posto ai quarti di finale contro la vincente di Lazio-Parma

FORMAZIONI:

Atalanta (3-4-2-1): Sportiello; Sutalo, Romero, Djimsiti; Maehle, Freuler, Pessina, Gosens; Malinovsky, Miranchuk; Muriel. All. Gasperini.

Cagliari (4-3-2-1): Vicario; Zappa, Walukiewicz, Ceppitelli, Tripaldelli; Nandez, Marin, Caligara; Sottil, Tramoni; Pavoletti. All. Di Francesco.

CRONACA:

Il copione dell’incontro è chiaro fin dai primissimi minuti: quello dei bergamaschi è un assedio alla porta di Vicario, migliore in campo per distacco dei suoi con interventi di stampo miracoloso a negare la rete a Muriel, Gosens, Miranchuk e Freuler. La strenua resistenza del portiere si interrompe poco prima dell’intervallo: il colombiano arriva sul fondo e smista in mezzo per il russo ex Lokomotiv Mosca, la cui girata mancina è vincente dopo un goal annullato per fuorigioco.

L’assalto al fortino sardo prosegue anche nella ripresa, così come lo stato di grazia di Vicario che disinnesca un tiro di Muriel reso insidioso da una deviazione. Ma il calcio è strano e il Cagliari, alla prima vera occasione, trova la rete: Sottil si beve Sutalo e infila Sportiello da posizione defilata. La gioia rossoblù dura pochissimo: Gosens imbecca Muriel che resiste alla marcatura di Ceppitelli e centra l’angolo più lontano alla sinistra di Vicario. Il sostituto di Cragno si supera nel deviare sulla parte alta della traversa una punizione calciata magistralmente da Malinovskyi, ma nulla può sul tocco successivo di Sutalo: il difensore croato si riscatta dall’errore precedente e, con un guizzo da attaccante, anticipa Walukiewicz e sigla il tris sugli sviluppi di un corner spizzato da Gosens. Di Francesco tenta il tutto per tutto inserendo Joao Pedro, Gasperini risponde con l’ingresso di Ilicic. Nel finale piccolo scatto d’orgoglio del Cagliari con il solito Sottil, vicino alla doppietta con una botta che scheggia la traversa. Djimsiti a segno di testa, ma l’assistente sbandiera la posizione di offside dell’ex Benevento.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter