L’Atalanta aggancia ma non supera la Roma al 4° posto: 2-2 col Genoa

L’Atalanta aggancia ma non supera la Roma al 4° posto: 2-2 casalingo con un Genoa arcigno. Succede tutto nel primo tempo: apre le marcature un colpo di testa ravvicinato di Toloi al 13′; Criscito segna su rigore al 19′ e Sanabria la ribalta al 33′. Poi Ilicic sembra riaprire la controrimonta che, però, si ferma sul 2-2. Behrami espulso all’82’

FORMAZIONI:

Atalanta (3-4-1-2): Gollini; Toloi, Palomino, Djimsiti; Hateboer, De Roon, Pasalic, Gosens; Gomez; Ilicic, Zapata. All. Gasperini.

Genoa (3-5-2): Perin; Biraschi, Romero, Masiello; Ghiglione, Behrami, Schone, Sturaro, Criscito; Sanabria, Pinamonti. All. Nicola.

CRONACA:

I 23 punti di differenza in classifica spariscono in un primo tempo dove entrambe le squadre fanno fuochi d’artificio. Apre le danze Toloi, appostato sul secondo palo su un corner spizzato da Zapata. Il Genoa non si fa abbattere, anzi reagisce. E la ribalta. Prima è Criscito a ringraziare un intervento sconsiderato di Hateboer in area e gelare Gollini dal dischetto, poi il colpo di testa di Sanabria rimonta. Due minuti dopo l’ex Betis, il solito Ilicic ristabilisce gli equilibri con il suo sinistro. I quattro goal in 23 minuti portano a squadre lunghe e reparti slegati: ci vuole l’intervallo per riportare un po’ di ordine.

Nel secondo tempo però c’è solo più nervosismo. Gasperini prova a cambiare le carte in tavola inserendo Malinovskyi e Freuler al posto di Zapata e Pasalic. Le migliori occasioni sono ancora per l’Atalanta: Gosens e Djimsiti chiamano Perin a interventi importanti per tenere il risultato in equilibrio. Il Genoa prova a non arrendersi e stringe i denti. Nel finale rimane però in 10 uomini causa cartellino rosso mostrato a Behrami. Gli ultimi sussulti sono un’altra deviazione di Toloi su una punizione di Muriel, che finisce sull’incrocio dei pali, e un destro di Freuler che finisce largo. Nel recupero due mancini di Malinovskiy vengono amministrati con qualche difficoltà da Perin. Finisce 2-2: un punto importante per Nicola, un’occasione persa per Gasperini.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter