La Tartaglini entra in Medal Race nel wind surf con il secondo punteggio

Una giornata sulle montagne russe nelle acque brasiliane. Oggi, nella baia di Guanabara, Flavia Tartaglini non ha cavalcato solo le onde con la sua tavola, bensì si è resa protagonista di un susseguirsi di emozioni e colpi di teatro che, a conti fatti, la vede ancora lanciatissima verso una medaglia olimpica, la prima della sua carriera, alla prima presenza ai Giochi.

A Marina da Gloria sono oggi andate in scena le regate 10-11-12 del windsurf che vedevano, a bocce ferme, la romana Flavia Tartaglini in testa alla classifica. L’azzurra è partita male, con un decimo posto che le ha fatto perdere la leadership in favore della giovane russa Stefaniya Elfutina, fin lì un mostro di costanza. Charline Picon, l’altra avversaria diretta della nostra atleta fino a ieri, ha addirittura accusato 27 punti di handicap per irregolarità.

Le due regate successive, con il vento che ha iniziato gradualmente a riaccarezzare le vele delle protagoniste in acqua, hanno fatto segnare il 5° e il 6° posto di Flavia Tartaglini; piazzamenti buoni, alla luce del 16-7 della russa e del 3-10 della francese. L’azzurra accede così alla Medal Race di domenica (punteggi doppi) da seconda in graduatoria: Elfutina prima con un solo punto di vantaggio sulla Tartaglini, che a sua volta può vantare 2 lunghezze di scarto sulla spagnola Alabau Neira e 4 sul pericoloso terzetto Chen (Cina)-Picon (Francia)-Davidovich (Israele).

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter