La Spagna vince, ma che fatica! 1-0 all’Iran

Basta un gol di Diego Costa alla Spafna per trovare la prima vittoria di questo Mondiale. La Spagna non si fa però apprezzare per il bel gioco, con l’Iran che sfiora in un paio di occasioni il pari. Viene anche annullata una rete ad Ezatolahi per fuorigioco. Con questi 3 punti la Spagna raggiunge il Portogallo in testa alla classifica del Gruppo B.

FORMAZIONI:

Iran (4-2-3-1): Beiranvand; Rezaeian, Hosseini, Pouraliganji, Hajsafi; Ebrahimi, Ezatolahi; Ansarifard, Taremi, Amiri; Azmoun. All. Queiroz.

Spagna (4-2-3-1): De Gea; Carvajal, Piqué, Ramos, Alba; Busquets, Iniesta; Silva, Isco, Lucas; Costa. All. Hierro.

CRONACA:

Partita fin da subito complicata per le Furie Rosse che si sono ritrovate a fare i conti con un catenaccio ‘vecchio stampo’ organizzato da Carlos Queiroz. L’Iran infatti, è entrato in campo con il chiaro intento di difendere il risultato iniziale e per raggiungere il suo scopo ha chiuso ogni possibile spazio. In questo modo, la Spagna ha avuto gioco facile nel proporre il suo classico possesso di palla, ma il tutto si è tramutato in un qualcosa di sterile. La compagine iraniana, chiusa in 20 metri nella propria metà campo e sempre abile a raddoppiare o triplicare le marcature, ha costretto gli iberici a tentare conclusioni o complicate o dalla distanza, tanto che di fatto nel primo tempo Beiranvand non ha dovuto compiere interventi importanti.

Nella ripresa il disegno tattico dell’Iran non cambia: l’obiettivo è non rischiare nulla e quando possibile tentare qualche sortita in contropiede. La Spagna però rientra con il giusto piglio, il suo possesso si fa meno compassato e i difensori iniziano ad inserirsi con maggiore convinzione. Per sbloccare il match c’è però bisogno di un’intuizione o di un episodio fortunato ed è proprio la buona sorte, dopo un grande rischio corso, a consentire alla Furie Rosse di riuscire finalmente a mettere sui giusti binari la contesa. L’Iran è quindi chiamato a cambiare atteggiamento e dimostra anche di avere le giuste armi per portare qualche pericolo dalle parti di De Gea, al 64’ però l’urlo per il goal del pareggio di Ezatolahi è strozzato in gola dal VAR che accorre in aiuto dell’arbitro Cunha il quale a sua volta annulla per fuorigioco. Rinvigorita, la squadra di Queiroz, nonostante il predominio territoriale della Spagna, nel finale prova ad alzare il proprio baricentro alla ricerca del pareggio, ma non basta. Ad imporsi è la Roja, che festeggia quindi la sua prima vittoria a Russia 2018 e che raggiunge il Portogallo in vetta al Gruppo B. L’Iran si giocherà le sue residue speranze di qualificazione nell’ultimo turno della fase a gironi contro Cristiano Ronaldo e compagni.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter