La Sampdoria ridimensiona il Milan : 2-0

La Sampdoria interpreta e gioca meglio la gara: Milan praticamente mai in partita. I gol nella ripresa con Duvan Zapata e Ricky Alvarez poi in pieno recupero. Per il Milan é la seconda sconfitta stagionale, mentre la Sampdoria resta imbattuta e vola al 5° posto a 11 punti.

FORMAZIONI:

Sampdoria (4-3-1-2): Puggioni; Bereszynski, Silvestre, Ferrari, Strinic; Barreto, Torreira, Praet; Ramirez; Quagliarella, Zapata. All. Giampaolo.

Milan (3-5-2): Donnarumma; Zapata, Bonucci, Romagnoli; Abate, Kessie, Biglia, Bonaventura, Rodriguez; Suso, Kalinic. All. Montella.

CRONACA:

ll primo tempo di Marassi è un monologo da parte della Samp: i blucerchiati attuano un pressing asfissiante che impedisce al Milan di uscire dalla propria area di rigore palla a terra. Il VAR toglie un calcio di rigore assegnato ai padroni di casa per un presunto fallo di mano di Kessiè. Moviola a parte, sono per gli uomini di Giampaolo le migliori occasioni da goal, entrambe con protagonista Zapata. Il colombiano nella prima sbaglia la misura del colpo di testa, nel secondo caso trova sulla sua strada la deviazione dell’omonimo cugino.

Nella ripresa Ramirez e compagni abbassano il ritmo e permettono al Milan di crescere e di riuscire nel proprio tentativo di imbastire finalmente la loro manovra offensiva. Giocando palla a terra i rossoneri riescono ad imbeccare più facilmente Suso: lo spagnolo, spostandosi nelle sue zone preferite, prima conclude con un sinistro a giro che finisce a lato e poco dopo serve a Kessiè una palla dentro l’area di rigore che l’ivoriano non calcia solamente per l’ottima chiusura di Torreira. Ad arrivare è però il goal della Sampdoria con Zapata, al termine di un’azione che deve la difesa rossonera troppo molle e poco attenta. I restanti minuti di gara vedono i padroni di casa controllare bene la loro area di rigore e non permettere ai neo entrati Cutrone e Calhanoglu di essere pericolosi. Arriva anzi il 2-0 di Alvarez con un preciso sinistro.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter