La Roma vince il derby 3-2, ma in finale ci va la Lazio

Non basta la vittoria alla Romaoer rimontare il 2-0 dell’andata. Segnano Sergej Milinkovic-Savic, Stephan El Shaarawy, Ciro Immobile e due volete Mohamed Salah. La Lazio sfiderà la vincente della semifinale tra Napoli e Juventus. Terza finale negli ultimi 5 anni per la Lazio.

FORMAZIONI:

Roma (4-3-3): Alisson; Rudiger, Manolas, Jesus, Emerson; Nainggolan, Paredes, Strotman; Salah, Dzeko, El Shaarawy. All. Spalletti.

Lazio (3-5-2): Strakosha; Bastos, De Vrij, Wallace; Basta, Milinkovic-Savic, Biglia, Lulic, Lukaku; Anderson, Immobile. All. Inzaghi.

CRONACA:

Questo secondo derby di coppa valevole per l’accesso alla finale di coppa Italia parte con la roma che sembra voler incanalare in match in una direzione favorevole ai giallorossi, infatti già al 3′ Dzeko ha un’occasione da gol su cross dalla sinistra di Emerson ma sbaglia spedendo al lato. Forse dopo questa azione i tifosi credevano che la Roma potesse fare una gara di dominio assoluto, ma la roma giallorossa non ha fatto i conti con una Lazio ben messa in campo da Inzaghi che, facendo la sua partita di contenimento e veloci ripartenza ha impensierito la retroguardia romanista. Dal canto loro i ragazzi schierati da Spalletti son sembrati nervosi e molto imprecisi, troppo spesso hanno sbagliato passaggi importantissimi al fine di creare qualcosa di pericoloso cercando di impensierire la Lazio. Primo tempo che scorre con una Roma sprecona che non finalizza, dove solo El Shaarawy sembra sintonizzato sulla stessa lunghezza d’onda del suo tecnico. A questo punto ne approfitta la Lazio che al 37′ passa in vantaggio con Milinkovic che ribadisce in rete una bella risposta di Alisson su tiro di Immobile. Lazio in vantaggio e Roma in ginocchio. I giallorossi non si perdono d’animo però è dopo la botta del gol subito cercano di rifarsi e sullo scadere del primo tempo, al 43′, ecco arrivare il pareggio di El Shaarawy che realizza calciando alle spalle del portiere biancoceleste su cross di rudiger sporcato da un difensore laziale. Primo tempo che termina con le squadre in parità 1-1. Ripresa che inizia la Roma apparentemente determinata a proseguire la rimonta e la Lazio che tiene il campo e tenta di pungere quando ha le possibilità. Il cambio all’intervallo di Spalletti con Bruno Peres per Juan Jesus sbilancia non poco la Roma che spesso e volentieri concede alla Lazio rapide ripartenze in parità numerica ma gli attaccanti laziali sbagliano troppo e i difensori romanisti si fan trovare sempre pronti. Al 56′ però la Lazio passa ancora con immobile che si invola, partito regolare, e arrivato davanti all’estremo difensore romanista non sbaglia e Lazio di nuovo in vantaggio. Ora per la Roma si fa veramente impossibile dovendo realizzare altri quattro gol. Il compito dei giallorossi è di provarci a così fanno, riordinando le idee e giocando più in velocità, proprio quella fluidità di gioco mancata nel primo tempo e infatti al 66′ sull respinta del palo colto da El Shaarawy, Salah realizza il pari. La Roma spinge ma sbaglia le occasioni che crea riuscendo a passare in vantaggio solo al 90′ sempre con Salah, ma ormai è troppo tardi per completare la rimonta. Roma eliminata e Lazio in finale, migliore per la Roma El Shaarawy mentre per la Lazio Inzaghi che ha varato una squadra unita a concentrata raggiungendo di fatto l’obiettivo della finale.

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter