La Roma va: 3-1 al Genoa

Gli uomini di Fonseca sbancano Marassi grazie alla super prestazione dell’armeno: seconda vittoria consecutiva per i giallorossi in campionato. Altro stop per Maran dopo il ko con il Torino

FORMAZIONI:

Genoa (4-3-2-1): Perin; Biraschi, Masiello, Bani, Criscito; Lerager, Radovanovic, Rovella; Pjaca, Zajc; Scamacca. All. Maran.

Roma (3-4-2-1): Lopez; Mancini, Smalling, Ibanez; Karsdorp, Pellegrini, Veretout, Spinazzola; Pedro, Mkhitaryan; Mayoral. All. Fonseca.

CRONACA:

La squadra di Fonseca alza subito la pressione rendendo complicato il giro palla dei padroni di casa, ma dopo un quarto d’ora Spinazzola deve alzare bandiera bianca per l’ennesimo infortunio, lasciando il posto sulla destra a Bruno Peres. Tutte le azioni passano per la qualità di Mkhitaryan, che al 19′ sfiora il vantaggio con una grandissima giocata: il potente sinistro dal limite è deviato però da un gran riflesso di Perin sulla traversa. I rossoblù tengono le linee ben strette costringendo la Roma alla conclusione dalla distanza, ma poco prima dell’intervallo il risultato si sblocca su calcio d’angolo: la difesa di casa lascia colpevolmente solo Mkhitaryan all’interno dell’area piccola e l’armeno insacca comodamente di testa il vantaggio.

A inizio ripresa la reazione del Genoa con il perfetto filtrante di Scamacca in profondità per Pjaca, che buca centralmente la difesa avversaria e infila Pau Lopez con un preciso rasoterra all’angolino. A questo punto i padroni di casa prendono fiducia e fraseggiano bene nella metà campo avversaria, mentre Fonseca manda in campo Cristante al posto di Borja Mayoral. Pochi minuti dopo la ripartenza giallorossa premia ancora Mkhitaryan, che viene servito da Bruno Peres a centro area per la deviazione vincente. Il Genoa è così costretto ad alzare il proprio baricentro lasciando spazio alle ripartenze avversarie: al 73′ Cristante si presenta tutto solo davanti a Perin ma spreca incredibilmente calciando sul fondo. Nel finale arriva però il punto esclamativo sul match del giocatore armeno, che finalizza un bel cross di Pedro con una splendida girata al volo: tirpletta personale e vittoria pesantissima per la Roma, che si presenta a ridosso della vetta.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter