La Roma si rilancia: 2-1 alla Fiorentina

Al Franchi prevalgono i giallorossi, che hanno la meglio ad un minuto dalla fine grazie ad un goal di Diawara. In precedenza aveva fatto tutto Spinazzola: gol e poi autogol. La formazione di Fonseca si lascia alle spalle il ko contro il Milan e rilancia la propria candidatura per il quarto posto

FORMAZIONI:

Fiorentina (3-5-2): Dragowski; Milenkovic, Pezzella, Martinez; Venuti, Amrabat, Pulgar, Castrovilli, Igor; Vlahovic, Ribery. All. Prandelli.

Roma (3-4-2-1): Lopez; Mancini, Cristante, Kumbulla; Peres, Diawara, Veretout, Spinazzola; Pellegrini, Mkhitaryan; Mayoral. All. Fonseca.

CRONACA:

All’Artemio Franchi sono stati i giallorossi a partire meglio, ma la loro spinta si è esaurita in maniera abbastanza rapida. Dopo aver difettato in fase di decisione finale in almeno un paio di buone occasioni, i capitolini si sono poi ritrovati a fare i conti con un avversario che, una volta prese le giuste misure, ha iniziato a pressare alto e in maniera pian piano sempre più convincente, rendendo così molto più complicata la costruzione dell’azione. La Fiorentina, che per l’occasione si è presentata all’appuntamento con un 3-5-2 molto difensivo, ha pensato soprattutto a chiudere tutti gli spazi per poi provare a ripartire in contropiede, affidandosi in avanti soprattutto alle intuizioni di Ribery. Ne è venuta quindi fuori una prima frazione avara di emozioni, con la Roma che, in pieno recupero, si è riservata l’occasione migliore con un destro dal limite di Pellegrini.

Nella ripresa, a cambiare completamente il volto della contesa, è stato l’immediato vantaggio ospite: al 49’ è stato Spinazzola, con un ottimo inserimento in area, a sfruttare al meglio un pallone offerto da Mancini e a battere un Dragowski non reattivissimo per il momentaneo 0-1. Sotto di una rete la Fiorentina ha prima la forza di reagire e poi il goal, o meglio l’autorete, che è valsa l’1-1: corner battuto dalla Roma senza esito, i viola ripartono in maniera veloce con Ribery e il pallone, dopo un tocco di Vlahovic, arriva a Biraghi che dalla sinistra mette verso l’area piccola un cross basso sul quale proprio Spinazzola interviene in maniera goffa battendo Pau Lopez. La sfida a questo punto si fa molto bella, con la Roma che si rituffa in avanti alla ricerca di un nuovo vantaggio e la Fiorentina che, pur soffrendo, prova ad approfittare degli spazi che gli vengono concessi. Nel finale è la Roma a crederci di più e a provarci di più e all’89’ il suo coraggio e la sua supremazia territoriale vengono premiati: traversone basso dalla destra di Karsdorp che in area trova Diawara che con un tocco di prima non lascia scampo a Dragowski. La rete viene inizialmente annullata per un fuorigioco, ma il VAR poi rettifica la decisione. E’ il goal che permette ai giallorossi di rilanciarsi all’inseguimento del quarto posto e che adesso fa tremare i gigliati.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter