La Roma risponde all’Atalanta: 1-1

All’Olimpico la squadra di Gasperini va avanti nel primo tempo con Malinovsky, spreca in almeno tre occasioni il raddoppio e poi rimane in 10 uomini e subisce il pareggio dell’ex Cristante. Nel recupero espulso anche Ibanez. Dea che aggancia la Juventus, ma che fallisce il sorpasso sul Milan secondo

FORMAZIONI:

Roma (3-4-2-1): Lopez; Mancini, Cristante, Ibanez; Karsdorp, Villar, Veretout, Calafiori; Mkhitaryan, Pellegrini; Dzeko. All. Fonseca.

Atalanta (3-4-2-1): Gollini; Djimsiti, Romero, Palomino; Maehle, De Roon, Freuler, Gosens; Ilicic, Malinovsky; Zapata. All. Gasperini.

CRONACA:

L’Atalanta è in una di quelle giornate in cui è impossibile da contrastare. I giocatori di Gasperini sono ovunque, corrono il doppio degli avversari e la difesa della Roma non capisce nemmeno come marcarli tutti. Tantissime occasioni da goal nel primo tempo ma, grazie alle parate di Pau Lopez, la Roma subisce soltanto un goal, e questa è quasi una nota positiva per Fonseca. La gara viene proprio aperta dal goal del solito Ruslan Malinovskyi: bravo a sfruttare un cross basso di Gosens, con una conclusione da prima punta. La squadra di casa cerca di reagire e qualche pericolo lo crea pure dalle parti di Gollini, che però viene sempre salvato dagli interventi dei suoi difensori.

Nella ripresa, se possibile, il dominio dell’Atalanta non fa altro che crescere, con la Roma che non trova più rifornimenti puliti per i tre giocatori offensivi. La Dea però continua a graziare gli avversari sottoporta. La più colossale chance capitata sui piedi di un Luis Muriel appena entrato, che a pochi passi dalla porta scaraventa sopra la traversa il pallone. E così la partita arriva al suo sorprendente turning point: Gosens finisce anzitempo sotto la doccia per doppia espulsione. La Roma prende coraggio e vigore e comincia a macinare gioco. Il pareggio arriva a sorpresa, con il primo vero tiro in porta della ripresa. Lo realizza Cristante, ex di turno, che tira una sassata dai 25 metri su cui Gollini è un po’ in ritardo. A dieci minuti dalla fine è un monologo giallorosso. Edin Dzeko viene lanciato da Pellegrini, si fa vedere davanti a Gollini ma viene ipnotizzato in calcio d’angolo. Muriel, così come Pasalic, non ha inciso da subentrato e l’Atalanta non ha saputo più sfruttare le ripartenze fameliche. La Roma, dal canto suo, ha provato nel finale a trovare l’inaspettato vantaggio, senza però trovare la via del goal, grazie anche ad un super Gollini. Da segnalare anche l’espulsione al 94 da Ibanez per doppio giallo. Un pareggio che alla fine non accontenta nessuno.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter

Maglie Juve Home e Away Image Banner 300 x 250