La Roma riparte con un poker al Frosinone: 4-0

La Roma dà un calcio alla crisi e ritrova la vittoria in campionato dopo 4 turni di astinenza: i giallorossi arichiviano la pratica Frosinone già nel primo tempo andando a segno con la fucilata da fuori di Under, il tacco di Pastore e il tocco sottomisura di El Shaarawy. Nella ripresa c’è gloria anche per Kolarov, assistito dall’esordiente Luca Pellegrini, che firma il definitivo 4-0.

FORMAZIONI:

Roma (4-2-3-1): Olsen; Santon, Manolas, Fazio, Kolarov; De Rossi, N’Zonzi; Under, Pastore, El Shaarawy; Schick. All. Di Francesco.

Frosinone (5-3-2): Sportiello; Zampano, Goldaniga, Ariaudo, Capuano, Beghetto; Cassata, Chibsah, Crisetig; Ciano, Pinamonti. All. Longo.

CRONACA:

La Roma in questo turno infrasettimanale doveva sfruttare la diversa caratura tecnica dell’avversario ed infatti è così, la Roma cala il poker e ottiene un altro risultato positivo riuscendo a non subire gol. Di Francesco schiera i suoi con un 4-2-3-1 con alcune novità di formazioni, con Santon a destra a posto di Florenzi e l’altra con Schick al posto di Dzeko. Il Frosinone schiera un prudente 5-3-2 con il giovane Pinamonti (ex Inter) a guidare l’attacco dei ciociari e l’obiettivo di poter replicare gran parte della partita disputata con la juventus. Pronti via e la Roma parte male perdendo subito palla e facendo subito venire in avanti il Frosinone di Longo senza però trovare fortuna. Dopo due minuti però la Roma grazie ad una azione solitaria di Under sblocca subito la partita e superando con tecnica e forza fisica due avversari calcia da fuori area insaccando alle spalle di Sportiello. Dopo il vantaggio i giallorossi si sbloccano ed iniziano a giocare una partita diversa dove nei primi 15 concedono qualche calcio d’angolo ai ragazzi di Longo senza però rischiare nulla. Gli undici di Di Francesco si sentono sempre più in partita e anche le giocate sembrano appartenere alla Roma dello scorso anno, con continue sovrapposizioni degli esterni e un pastore sempre nel vivo del gioco e cercando di servire al meglio i tagli degli attaccanti esterni. Al 28′ è lo stesso talento argentino a salire in cattedra segnando un gol di tacco bellissimo nella stessa porta e con lo stesso stile di quello segnato nella seconda giornata contro l’Atalanta. La Roma sembra padrona del campo e il Frosinone non sembra riuscire ad arginare la forza e la voglia dei giallorossi di giocare una gara decisa sotto gli occhi dei propri tifosi e così al 35′ la Roma ne fa tre con il faraone che dopo una bella azione in velocità sfrutta il cross di Under e a porta vuota insacca. Primo tempo che termina con la Roma in vantaggio con un convincente 3-0. Ripresa che parte con la Roma che cerca di gestire il risultato facendo possesso palla e addormentando la partita. il Frosinone dal canto suo non cerca di pressare i giallorossi ma si limita solo a cercare di non scoprirsi ma al’87’ Kolarov su bell’assist di Luca Pellegrini entrato al posto di De Rossi segna chiedendo la gara e portando il risultato sul 4-0. sul finale la Roma trema per un palo colpito dal Frosinone dopo che i ragazzi di Di Francesco ne hanno colpiti due uno nel primo ed uno nel secondo tempo. La Roma termina la gara a reti inviolate e vince una gara importante per il morale e per la classifica ma la strada per ritrovare la bella Roma della scorsa stagione è ancora lunga, anche perchè sabato c’è il derby e quindi li vedremo se la Roma è veramente in via di ripresa.