La Roma rimonta il Sassuolo: 3-1

Gregoire Defrel porta avanti il Sassuolo, superati però dalla qualità della Roma: Leandro Paredes, Mohamed Salah e il neo entrato Edin Dzeko operano il sorpasso al Napoli.

FORMAZIONI:

Roma (3-4-2-1): Szczesny; Manolas, Fazio, Rudiger; Peres, Paredes, Strootman, Emerson; Nainggolan, El Shaarawy; Salah. All. Spalletti.

Sassuolo (4-3-3): Consigli; Letschert, Acerbi, Peluso, Dell’Orco; Pellegrini, Missiroli, Duncan; Berardi, Defrel, Politano. All. Di Francesco.

CRONACA:

Postiscipo domenicale che all’Olimpico vede di fronte la Roma di Spalletti che deve riprendersi dalla cocente eliminazione europea e il Sassuolo di Di Francesco che vuole finire bene la stagione. La Roma ha bisogno dei tre punti in quanto all’ora di pranzo il Napoli e il pomeriggio la juve hanno vinto e messo alle loro spalle i giallorossi in classifica. Il primo tempo è molto Sassuolo e poca ma concreta Roma  mentre la ripresa è tanta roma e poco Sassuolo. Venendo alla cronaca, come detto, il Sassuolo parte molto bene e impensierisce la Roma in più occasioni. La prima vera occasione però capita a Salah dopo una manciata di minuti ma Consigli è attento, poi tanto Sassuolo che con la difesa e il pressing alto mette in apprensione la difesa della Roma. Defrel è il terminale ofdensivo di Di Francesco ma nella prima occasione spara alto, ma sarà solo il preludio al vantaggio neroverde che arriva al 9′ quando Berardi con un uno-due si invola sulla sinistra, scarica al centro all’accorrente Defrel che spara sotto l’incrocio e Szczesny battutto. Sassuolo in vantaggio e Roma momentaneamente in ginocchio, ed infatti un minuto dopo, sempre l’autore del vantaggio cerca il raddoppio ma il suo tiro viene deviato in corner. Spalletti si arrabbia e questo scuote la Roma che inizia a giocare e cercare di mettere in difficoltà il Sassuolo e al 16′ Paredes con un tiro da fuori sui assist di Salah calcia in porta e batte Consigli. Il risultato torna in parità e inizia una bella partita anche la Roma non riesce a sviluppare il suo gioco in quanto il Sassuolo gioca molto bene e copre il campo in modo corretto e attento. La Roma pero cerca di passare in vantaggio e poco dopo il pari con Emerson Palmieri colpisce la traversa, a questo punto i giallorossi capiscono che possono colpire e fare male ai neroverdi che però con veloci rirtenze e un pressing molto aggressivo recuperano palloni e con i capovolgimenti di fronte mettono in ansia la retroguardia giallorossa che però tiene. Quanto il primo tempo sembra terminare sul risultato giusto di parità, ecco che al 48′ Salah, forse con un fallo, ribadisce in rete una respinta di Consigli su tiro di El Sharaawy. Roma al riposo in vantaggio e sospirò di sollievo per Spalletti che però visto il secondo tempo nei spogliatoi siè fatto sicuramente  sentire. Secondo tempo con tanta Romae il Sassuolo che piano piano cala l’intensità del pressing e la roma ne a pproffitta creando occasioni e sprecando molto, forse troppo, ma i neroverdi crollano e non si fanno più pericolosi. Inizia la seconda frazione e dopo qualche minuto entra Dzeko per Bruno Peres, la roma cambia modulo e al 68′ con il centravanti bosniaco taglia le gambe al Sassuolo realizzando la terza rete per i giallorossi. La Roma continua a macinare gioco e creare scompiglio nella retroguardia neroverde ma non riesce a concretizzare lasciando di fatto il risultato invariato. Bella prova in crescendo per la Roma sia sotto il punto di vista atletico sia sotto il punto di vista della personalità dimostrando di saper reagire alle difficoltà iniziali create da un Sassuolo che non è venuto in gita a Roma, anzi ha cercato di mettere la Roma spesso in difficoltà soprattutto nel primo tempo e cmq prima di un vistoso calo atletico. Migliore per Roma Strootman mentre per il Sassuolo Defrel.

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter