La Roma mette pressione al Napoli: Chievo ko

Anticipo domenicale delle 12;30 vede di fronte all’Olimpico la Roma e il Chievo, giallorossi con in testa la voglia di vincere e passare, in attesa del posticipo Torino-Napoli, al secondo posto mentre gli undici di Maran vorranno mettere in campo una buona prestazione per cercare di chiudere il campionato al meglio.

FORMAZIONI: Roma – Chievo Verona

Spalletti schiera una Roma priva di novità mandando in campo il solito 4-3-3 con Szczesny; Florenzi, Manolas, Rudiger, Digne; Nainggolan, De Rossi, Pjanic; Salah, Perotti, El Shaarawy. Maran risponde con il 4-3-1-2 con Bizzarri; Cacciatore, Gamberini, Cesar, Gobbi; Hetemaj, Radovanovic, Castro; Rigoni; Pellissier, Floro Flores.

Come ci si aspettava i giallorossi giocano una buona gara, sempre molto attenti e determinati a portare a casa una vittoria molto importante per la corsa al secondo posto, infatti fin dalle prime battute tengono il possesso della gara, senza permettere al Chievo di ripartire e insidiare la retroguardia romanista. Roma che al 18′ trova il vantaggio con Nainggolan, che con un bel tiro insacca alle spalle di Bizzarri. Chievo che tenta di reagire con Floro Flores ma il portiere giallorosso neutralizza in angolo e Roma che continua a fare la partita ed al 39′ raddoppia con Rudiger che di testa sfrutta un calcio piazzato di Pjanic e raddoppia, si va al riposo con la Roma sul 2-0.

Seconda frazione che inizia con la Roma sempre in possesso della partita e Chievo che cerca di limitare i giallorossi e se possibile di colpire con ripartenze veloci, ma sono gli uomini di Spalletti che all’11’ vanno vicini alla terza rete con Perotti ma Bizzarri è attento e para, ma un minuto più tardi è il Chievo che alza testa e tenta di riaprire il match con M’Poku che per sua sfortuna calcia colpendo il palo estero alla sinistra di Szczesny. Da questo momento la Roma non concede quasi più nulla al Chievo e gestisce il vantaggio in modo egregio cercando comunque di attaccare e i frutti si vedono sul finale di gara quando Totti (subentrato a Salah al 14′ della ripresa) con una delle sue magie serve Pjanic che al 40′ realizza e senza esultare ringrazia il capitano per la giocata che gli ha permesso di entrare nel tabellino dei marcatori. Partita che Celi dopo 3′ minuti di recupero dichiara conclusa e manda le squadre negli spogliatoi con la Roma momentaneamente seconda in attesa del posticipo di questa sera.