La Roma ha fatto la stupida questa sera! Da 2-0 a 2-2, il Cagliari rimonta in 9

La Roma domina in lungo e in largo fino a metà secondo tempo e lo 0-2, siglato Bryan Cristante e Aleksandar Kolarov, sta pure stretto. All’85’ Artur Ionita accende la luce, al 95′ Marco Sau firma l’incredibile pareggio. E dire che i sardi avevano chiuso in 9 per i rossi comminati a Ceppitelli e Srna.

FORMAZIONI:

Cagliari (4-3-1-2): Cragno; Srna, Ceppitelli, Klavan, Padoin; Faragò, Bradaric, Ionita; Joao Pedro; Cerri, Farias. All. Maran.

Roma (4-2-3-1): Olsen; Florenzi, Manolas, Fazio, Kolarov; N’Zonzi, Cristante; Under, Zaniolo, Kluivert; Schick. All. Di Francesco.

CRONACA:

La gara parte bene per la Roma perche il Cagliari nel riscaldamento perde pavoletti, punto di riferimento importante per l’attacco rosso blu che aggiunto alla mancanza per squalifica del giovane barella, si trova a dover giocare una gara senza due giocatori importanti. Di Francesco invece recupera in extremis manolas che prende posto al centro della difesa insieme a Fazio. La partita inizia con un Cagliari chiuso in difesa sia per meriti romanisti che per colpa del meteo, perché il vento che soffia alla Sardinia arena è importante. La Roma spinge forte della consapevolezza che deve ottenere un risultato positivo per la corsa al quarto posto e così la palla gira e gli interpreti ci mettono del loro a rendere la gara bella ed entusiasmante, infatti la Roma mostra un buon calcio e al 14′ l’azione del. Vantaggio romanista ne è il frutto, con una serie di passaggi di prima viene liberato alla conclusione Cristante che di sinistro batte cragno. Gli undici giallorossi sono in vantaggio e continuano a spingere mentre il Cagliari deve cercare di trovare la soluzione per provare ad impensierire la retroguardia romanista. Al 41′ però è Kolarov che su punizione colpisce e porta la Roma avanti di due. Squadre al riposo con i capitolini in vantaggio di due reti e Cagliari da registrare, ma la rientro è un altro Cagliari e si vede subito anche se le azioni più nitide finiscono sui piedi di Zaniolo che non concretizza per merito del giovane portiere sardo. A questo punto il Cagliari però inizia a giocare e la Roma cala di intensità e di concentrazione e allora i sardi ne approfittano rendendosi pericolosi fino a che all’84’ Ionita di testa batte olsen e accorcia le distanze. La sofferenza dovrà durare per la Roma che non riesce a giocare e il Cagliari spinge. Sul finale succede quello che nessuno poteva pensare, il Cagliari resta in 9 in quanto per proteste vengono espulsi ceppitelli e srna e in 11 contro 9 la Roma è stata capace di prendere gol su una ripartenza rossoblu che con sau lanciato a rete batte olsen. La gara finisce e la Roma perde due punti come mai era successo prima. Ma la Roma dello scorso anno, cinica e attenda, dove è finita? Sta a Di Francesco trovarla. Migliori in campo Kolarov e sau.

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter