Prima Totti, poi El Shaarawy: 3-2 Roma sul Genoa

Il primo posticipo del lunedì vede in scena allo stadio Marassi il Genoa, oramai salvo, e la Roma, che con questa vittoria passa al secondo posto e scavalca momentaneamente il Napoli impegnato nella sfida casalinga contro l’Atalanta.

FORMAZIONI: Roma – Genova

Padroni di casa che cambiano formazione dopo aver letto lo schieramento dei giallorossi con Gasperini che inizialmente aveva inserito Diego Capel poi sostituito con Tachtsidis, rinforzando così il centrocampo e schierandosi il 3-4-2-1 invece che con il 3-4-3. Questi gli undici di Gasperini: Lamanna; Munoz, Burdisso, Izzo; Fiamozzi, Rincon, Dzemaili, Laxalt; Tachtsidis, Suso; Pavoletti. Spalletti da parte sua risponde come annunciato alla vigilia con l’olandese Strootman che rienta titolare dopo tanto tempo e schiera: Szczesny; Maicon, Manolas, Rudiger, Digne; De Rossi, StroOtman; Salah, Nainggolan, El Shaarawy; Perotti.

CRONACA:

Gara che parte subito bene e squadre all’attacco con la Roma che già al 6′ passa con Salah che batte Lamanna e capitolini in vantaggio. Il Genoa sembra non subire il contraccolpo del gol a freddo e continua a fare la sua partita attenta ma sono i giallorossi che sprecano un paio di occasioni con Naiggolan ed El Shaarawy prima del pareggio genoano. Pari che arriva al 13′ con Tachtsidis, ex di turno, che srfutta una buona azione e da centro area, lasciato solo dalla retroguardia romanista ed indisturbato calcia da centro area e batte Szczesny, a Marassi è 1-1. La Roma continua a produrre gioco e spreca ancora con il faraone che si farà perdonare sul finale di gara le occasioni non sfruttate nel primo tempo. a metà della prima frazione di gioco a mio avviso Gervasoni ed i suoi collaboratori non vedono un rigore sullo stesso El Shaarawy per fallo di Izzo che lo atterra colpendolo al volto con una manata nel tentativo di fermarlo. Al 33′ da segnalare un acuto di Suso che calcia bene ma Szczesny compie una bella parata e devia in angolo l’occasione più nitida del Genoa dopo il gol del pareggio. Primo tempo che termina sempre con al Roma in avanti ma il risultato rimane fermo sull’1-1, giallorossi troppo imprecisi sotto porta.

Secondo tempo che inizia sulla scia del primo con la Roma che vuole a tutti i costi la vittoria per credere al secondo posto e mettere pressione al Napoli e Genoa che gioca bene nel tentativo di chiudere i giallorossi e ripartire velocemente. Al 59′ entra Totti per uno spento Perotti, forse tradito dalla forte emozione di giocare contro i suoi ex tifosi. Al 65′ ecco che arriva il vantaggio rossoblu con Pavoletti (osservato speciale del vice di Conte, Alessio, per un posto agli Europei)  che sfrutta al meglio, anticipando il suo diretto avversario, l’assist di Rincon. Genoa in vantaggio e Spalletti che non ci pensa su due volte e butta nella mischia Dzeko che sostituisce Maicon, Roma super offensiva alla rincorsa dei genoani. Rincorsa che si concretizza al 77′ su una punizione forte e precisa di capitan Totti che batte Lamanna. A questo punto la Roma ci crede e il capitano inizia a brillare di luce propria con dei cambi di gioco di prima di 20-30 metri per i compagni, che rendono la partita ancor più bella e entusiasmante. All’87’ la spinta dei capitolini si concretizza con El Shaarawy che, servito molto bene da Dzeko imbecca splendidamente da De Rossi batte il portiere rosso blu, porta in vantaggio la Roma. Genoa che tenta di pareggiare la partita con gli ultimi assalti, proprio allo scadere è Szczesny che compiendo una grande parata su Diego Capel regala i tre punti ai giallorossi. Dopo 4′ di recupero l’arbitro dichiara la fine del match. Bella partita e vittoria meritata per i giallorossi.

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter