La Roma crolla, colpo salvezza dell’Udinese: 2-0

Colpo degli uomini di Ghotti, che trovano 3 punti pesanti per la permanenza in Serie A. Brutta prova dei giallorossi, penalizzati dalla follia di Perotti che si fa espellere nel primo tempo per dura entrata su Becao

FORMAZIONI:

Roma (4-2-3-1): Mirante; Peres, Smalling, Fazio, Kolarov; Cristante, Diawara; Perez, Perotti, Under; Kalinic. All. Fonseca.

Udinese (3-5-2): Musso; Becao, De Maio, Nuytinck; Stryger Larsen, De Paul, Jajalo, Walace, Zeegelaar; Lasagna, Okaka. All. Gotti.

CRONACA:

La voglia di emergere dalla zona pericolo dà una spinta ulteriore agli ospiti, subito in palla e subito in vantaggio al culmine di un’azione rocambolesca: De Paul sbaglia il tiro che si trasforma in assist per Lasagna, lesto a battere Mirante con un tocco da pochi metri. Doccia gelatissima per i giallorossi, costretti a limitare con sofferenza le ripartenze degli attaccanti avversari, spine nel fianco di Bruno Peres che non dà l’impressione di uno che trasmette sicurezza. La gara si fa ancor di più in salita al minuto 29: pestone scellerato di Perotti sulla gamba di Becao che Guida punisce con il rosso diretto, senza bisogno dell’aiuto del VAR. L’inferiorità numerica fa scattare qualcosa nella mente dei romanisti, pericolosi in due circostanze: la botta di Cristante si infrange sulla traversa dopo una deviazione, Musso deve esibire tutte le sue qualità per disinnescare il piazzato di Ünder, indirizzato sul palo più lontano.

Carles Perez dà vita ad un duello personale con Musso: il portiere argentino è bravo a dire di no in due occasioni, tenendo a galla i suoi. Le squadre si allungano col passare dei minuti e gli spazi per i contropiedi abbondano: Okaka ha sul piede la palla del raddoppio ma la calcia in malo modo, gettando al vento l’ottima intuizione di De Paul. Fonseca si gioca tutto inserendo Dzeko al posto di un inguardabile Kalinic, ma è l’Udinese con le praterie a disposizione a trovare il raddoppio: controllo, scatto e assist di De Paul per il neoentrato Nestorovski che non deve faticare per appoggiare la sfera in una porta praticamente sguarnita. Annullate due reti a Teodorczyk, entrambe per posizione di fuorigioco.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter