La Roma aggancia il terzo posto: 3-1 al Torino

I giallorossi s’impongono nel posticipo grazie a Mkhitaryan, ad un rigore di Veretout e a Pellegrini. Inutile il gol della bandiera granata firmato da Belotti. Gara pesantemente condizionata dall’espulsione di Singo dopo meno di un quarto d’ora. La squadra di Fonseca sale al terzo posto, quella di Giampaolo resta ultima col Crotone

FORMAZIONI:

Roma (3-4-2-1): Lopez; Mancini, Smalling, Ibanez; Peres, Villar, Veretout, Spinazzola; Pellegrini, Mkhitaryan; Dzeko. All. Fonseca.

Torino (3-5-1-1): Milinkovic-Savic; Bremer, Lyanco, Buongiorno; Singo, Meité, Gojak, Linetty, Vojvoda; Lukic; Belotti. All. Giampaolo.

CRONACA:

Il piano partita granata resiste esattamente quattordici minuti. Prima che Singo, ingenuamente, si faccia ammonire due volte e lasci i suoi in dieci uomini. Il Torino non riesce più a ripartire e la Roma alza il baricentro, dopo qualche difficoltà nell’approccio. La Roma prende in mano la situazione e la sblocca col solito Mkhitaryan al 27′: settimo centro in Serie A per l’armeno. Il match è un monologo, il raddoppio è solo questione di tempo. Ci pensa Veretout dal dischetto, dopo che Dzeko aveva approfittato di un errore di Belotti.

Giampaolo nell’intervallo si gioca altri due cambi, mentre Fonseca entra già in gestione e sostituisce gli ammoniti. Pellegrini fa il 3-0 che sembra chiudere il match. E in effetti è così, anche se una reazione d’orgoglio del Toro nel finale mette i brividi a Pau Lopez. Non basta. La Roma sale a 24 punti, pari con la Juve dietro soltanto a Milan e Inter. Toro desolatamente in fondo – 6 punti come il Crotone, penultimo per differenza reti – con la peggior difesa del campionato.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter