La Nigeria piega l’Islanda: 2-0

La doppietta di Ahmed Musa ha permesso alla Nigeria di vincere una partita fondamentale per le sorti della qualificazione agli ottavi di finale. L’Islanda ha fallito un calcio di rigore al 83′ con Sigurdsson che avrebbe potuto riaprire la partita.

FORMAZIONI:

Nigeria (3-5-2): Uzoho; Omeruo, Troost-Ekong, Balogun; Moses, Etebo, Mikel, Ndidi, Idowu; Musa, Iheanacho. All. Rohr.

Islanda (4-4-2): Halldorsson; Saevarsson, Arnason, Sigurdsson, Magnusson; Gislason, Gunnarsson, Sigurdsson, Bjarnason; Bodvarsson, Finnbogason. All. Hallgrimsson.

CRONACA:

Ritmi bassi e molti errori dal punto di vista tecnico nella prima frazione di gioco, con l’Islanda che grazie al suo asfissiante pressing sui portatori di palla non permette agli avversari di avvicinarsi alla loro area di rigore e sfiora il vantaggio con Gylfi Sigurdsson. L’unico a creare qualche grattacapo ad Halldorsson ed ai possenti difensori islandesi è Musa, molto attivo sulla fascia sinistra e volenteroso nel pressing.

L’attaccante del CSKA Mosca è il grande protagonista del secondo tempo, totalmente ad appannaggio della formazione africana, che appare più in palla dal punto di vista fisico e soprattutto mentale. Il classe 1992 opo cinque minuti regala il vantaggio con una splendida conclusione di destro; con lo stesso piede coglie la traversa al 73′ e due minuti dopo chiude la partita fulminando in velocità tutta la difesa avversaria. Un’ingenuità di Ebuhei, che commette fallo da rigore su Finnbogason, potrebbe riaprire il match: ma Sigurdsson sbaglia malamente, calciando alto sopra la traversa.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter