La Lazio vince: 1-0 al Torino

La Lazio allunga sull’Inter in classifica grazie alla vittoria per 1-0 sul campo del Torino: decide Sergej Milinkovic-Savic con un perentorio colpo di testa. Nel primo tempo succede comunque di tutto. Si fa male Immobile e Luis Alberto sbaglia un rigore.

FORMAZIONI:

Torino (3-4-2-1): Sirigu; N’Koulou, Burdisso, Moretti; De Silvestri, Rincon, Baselli, Molinaro; Ljajic, Edera; Belotti. All. Mazzarri.

Lazio (3-5-2): Strakosha; Ramos, De Vrij, Radu; Marusic, Murgia, Leiva, Milinkovic-Savic, Lulic; Alberto, Immobile. All. Inzaghi.

CRONACA:

La partita è piuttosto vivace, con diversi ribaltamenti di fronte. Murgia impegna da distanza ravvicinata Sirigu, dall’altra parte è bravo Strakosha a dire di no a un bel tiro di De Silvestri. Al 15′ ecco però un grosso problema per gli ospiti: Immobile accusa un problema muscolare al bicipite femorale e deve lasciare il terreno di gioco per far posto a Caicedo. I biancocelesti continuano comunque a spingere e al 21′ hanno l’occasione per rompere l’inerzia della partita: l’arbitro assegna un calcio di rigore per un fallo di N’Koulou ai danni di Milinkovic-Savic lanciato a rete. Sul dischetto va Luis Alberto ma lo spagnolo calcia debolmente sulla destra e permette a Sirigu di bloccare il pallone.

Nella ripresa però la situazione si sblocca al 56′: su corner dalla sinistra di Luis Alberto, Milinkovic-Savic svetta sul 1° palo e trafigge Sirigu per l’1-0. Mazzarri si gioca allora la carta Iago Falque al posto di Edera. Il Torino prova a reagire, ma in contropiede è sempre la Lazio ad avere le migliori occasioni: al 71′ Caicedo si presenta a tu per tu con Sirigu, che è bravo a salvare la propria porta parando con i piedi. Mazzarri con coraggio inserisce un’altra punta, Niang, al posto di Rincon per dare più peso all’attacco. I granata non riescono tuttavia mai a impensierire seriamente la retroguardia biancoceleste. La Lazio si impone 1-0 e grazie ai 3 punti conquistati raggiunge la Roma al 3° posto in classifica staccando di 4 punti l’Inter di Spalletti. Il Torino dice invece matematicamente addio all’Europa League.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter