La Lazio viene fermata dall’Hellas Verona: 0-0

La squadra di Inzaghi non riesce a superare l’Inter e rimane a meno quattro dalla Juventus. Due legni, diverse occasioni, ma un ottimo Hellas regge fino alla fine. Ammonizioni pesanti per Milinkovic e Radu, che saranno squalificati

FORMAZIONI:

Lazio (3-5-2): Strakosha; Gabarron, Acerbi, Radu; Lazzari, Milinkovic-Savic, Leiva, Alberto, Lulic; Caicedo, Immobile. All. Inzaghi.

Hellas Verona (3-4-2-1): Silvestri; Rrahmani, Gunter, Kumbulla; Faraoni, Veloso, Pessina, Lazovic; Verre, Zaccagni; Borini. All. Juric.

CRONACA:

Nelle battute iniziali della partita, la Lazio resta colpita dall’atteggiamento aggressivo e consueto del Verona, che dimostra di non aver paura nemmeno all’Olimpico. Ma ben presto, dopo aver chiuso la porta con il solito Strakosha sulla zampata di Pessina, i biancocelesti vengono fuori nel gioco e nelle occasioni. Immobile e Caicedo provano a duettare come sempre, ma sono ingabbiati dalla folta difesa a tre dell’Hellas. I pericoli più grandi arrivano da dietro, con Luis Alberto che in due occasioni sfiora il vantaggio dal limite dell’area: prima un miracolo di Silvestri, poi il palo spegne le speranze del centrocampista spagnolo.

La serata di Luis Alberto si dimostra parecchio sfortunata anche nel secondo tempo: un altro palo viene colpito dallo spagnolo, sempre su un tentativo da fuori area. Simone Inzaghi non ha molti cambi in panchina e allora prova a cambiare modulo, con Luis Alberto e Milinkovic-Savic a supporto del solo Immobile. Ma la squadra di Juric non si fa sorprendere da niente e, anzi, sfiora il goal del vantaggio con un potente diagonale di Borini parato in angolo da Strakosha. Il forcing finale della Lazio non riesce ad essere deciso e veemente come si ci sarebbe aspettato, ad eccezione del solito Luis Alberto che costringe ancora ad un miracolo Silvestri: il sorpasso all’Inter è quindi mancato, aspettando lo scontro diretto tra due giornate di Serie A.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter