La Lazio spaventa il Napoli, che poi si riprende la vetta: 4-1

Stefan De Vrij in avvio fredda la squadra di Sarri. Reazione azzurra e 1-1 di Jose Callejon nel finale di primo tempo. Nella ripresa autogol tragicomico di Wallace, rete fortunosa di Piotr Zielinski e sigillo di Mertens. Napoli di nuovo primo, Lazio crollata nel secondo tempo.

FORMAZIONI:

Napoli (4-3-3): Reina; Hysaj, Tonelli, Koulibaly, Rui; Allan, Jorginho, Hamsik; Callejon, Mertens, Insigne. All. Sarri.

Lazio (3-5-2): Strakosha; Wallace, De Vrij, Radu; Marusic, Parolo, Leiva, Milinkovic-Savic, Lulic; Alberto, Immobile. All. Inzaghi.

CRONACA:

La Lazio ha il solo merito di entrare in campo meglio del Napoli, al punto da trovare il vantaggio con De Vrij alla prima sortita offensiva dell’incontro. E’ un colpo duro per i padroni di casa, che nel primo tempo si mostrano insicuri in fase difensiva e macchinosi nel creare gioco. Insigne e Mertens provano ad inventare senza successo e impensieriscono Strakosha solo con tentativi velleitari dalla distanza. Sul versante opposto Milinkovic-Savic giganteggia: la Lazio può sfruttare spazi vasti e le situazioni più interessanti passano puntualmente dai suoi piedi. Proprio nel momento di maggior controllo dei biancocelesti arriva a sorpresa il pari del Napoli, riportato a galla da uno dei tagli di alta scuola di Callejon.

E’ l’episodio che cambia radicalmente la storia della partita. Nella ripresa entra in campo il Napoli dei giorni migliori e cancella dal campo ogni traccia di Lazio, travolta dalla ritrovata intensità degli uomini di Sarri. Nel giro di due minuti, con l’autorete di Wallace e la deviazione di Zielinski sul tiro di Mario Rui, il Napoli mette a segno l’uno-due che blinda il risultato. Ma è soprattutto la qualità del calcio offerto dagli azzurri a regalare una sensazione di forza mai così tangibile negli ultimi anni. Il San Paolo applaude e canta al ritmo del palleggio del Napoli, nella serata che rafforza la simbiosi totale tra squadra e città e le speranze di coronare insieme un grande sogno.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter