La Lazio riacciuffa il Borussia Dortmund: 1-1

Al Signal Iduna Park i tedeschi, orfani di Haaland, vanno in vantaggio con Guerreiro nel primo tempo, Immobile pareggia i conti su rigore nella ripresa. Martedì prossimo all’Olimpico contro il Bruges gli uomini di Inzaghi avranno 2 risultati su 3: basterà un punto per centrare gli ottavi

FORMAZIONI:

Borussia Dortmund (3-4-3): Burki; Piszczek, Akanji, Hummels; Morey, Bellingham, Delaney, Guerreiro; Reyna, Reus, Hazard. All. Favre.

Lazio (3-5-2): Reina; Gabarron, Hoedt, Acerbi; Marusic, Milinkovic-Savic, Leiva, Alberto, Fares; Immobile, Correa. All. Inzaghi.

CRONACA:

Il match si assesta subito sul filo dell’equilibrio con un buon ritmo: la formazione biancoceleste è propositiva in fase offensiva con ottime trame nello stretto. Correa trova la provvidenziale uscita bassa di Burki al termine di un bellissimo fraseggio, mentre i padroni di casa fanno male con le ripartenze e la qualità dei suoi uomini d’attacco. La Lazio muove bene il pallone e senza paura porta tanti uomini nella metà campo avversaria, mentre i gialloneri si affidano agli strappi di Hazard e Reyna. Con il passare dei minuti i tedeschi prendono il controllo del possesso palla e passano in vantaggio alla prima vera palla-goal: una bellissima azione tutta di prima porta Guerreiro all’inserimento centrale davanti a Reina e il talento portoghese fa 1-0.

Nella ripresa la Lazio torna di nuovo in avanti con convinzione e lucidità, ma le folate offensive del Dortmund sono sempre pericolose e Reina deve intervenire con un gran riflesso sulla potente conclusione del quasi omonimo Reyna. Dopo un’ora di gioco si accende anche Immobile, che impegna Burki al grande intervento in corner con una botta angolata da fuori. Al 65′ episodio chiave con l’ingenuo intervento in area di Schulz su Milinkovic-Savic: l’arbitro assegna il calcio di rigore e dal dischetto proprio Immobile spiazza Burki per il pareggio. La squadra di Inzaghi prende ulteriore fiducia e domina a tratti il Dortmund, che fallisce subito però una ghiotta occasione con lo stesso Schulz. Nel finale si lotta su ogni pallone con la Lazio che cerca maggiormente il goal del vantaggio: l’ultimo squillo è di Immobile, che sfiora la doppietta con un bel destro al volo. Il triplice fischio rinvia ogni discorso qualificazione all’ultimo turno.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter