La Lazio piega la Fiorentina: 3-1

Lazio's forward Balde Diao Keita from Senegal kicks the ball during the Italian Serie A football match between Lazio Rome and Palermo on November 22, 2015 at the Olympic stadium in Rome. AFP PHOTO / GABRIEL BOUYS (Photo credit should read GABRIEL BOUYS/AFP/Getty Images)

La Lazio s’impone all’Olimpico in una gara ricca d’emozioni: rete di Keita e rigore di Biglia mentre Ilicic si fa parare un penalty da Marchetti. A nulla serve il gol dell’ex di Zarate, Radu chiude i conti e Inzaghi si porta a meno 1 dalla Roma.

FORMAZIONI:

Lazio (3-5-2): Marchetti; Bastos, De Vrij, Radu; Anderson, Milinkovic-Savic, Biglia, Cataldi, Lulic; Immobile, Keita. All. Inzaghi.

Fiorentina (4-2-3-1): Tatarusanu; Tomovic, De Maio, Astori, Olivera; Sanchez, Vecino; Tello, Ilicic, Bernardeschi; Kalinic. All. Sousa.

CRONACA:

La prima occasione pericolosa é targata Lazio. é la Lazio a partire meglio e a rendersi pericolosa per prima: sugli sviluppi di un calcio d’angolo battuto proprio da Cataldi, Bastos di testa viene fermato solo dalla prontezza di riflessi di Tatarusanu. L’ultimo tiro é di Immobile che spreca oltre la traversa. Poi arriva il gol. E la firma é di Balde Keita dopo una bella azione della Lazio: Anderson innesca Milinkovic-Savic che pesca Balde Keita in area. Keita supera senza difficoltà la sua marcatura e insacca alle spalle di Tatarusanu. Dopo il gol della Lazio la situazione trova il suo equilibrio e la Fiorentina sfiora anche il pareggio con Bernardeschi che, di testa, trova la prontezza di Marchetti per un tiro troppo centrale. Sul finale di primo tempo paura per Tomovic che esce in barella, ma riesce a tornare in campo dopo qualche minuto. Nei minuti di recupero Milinkovic-Savic entra in area pericolosamente e viene atterrato da Tomovic: é calcio di rigore. Dal dischetto va Lucas Biglia che tira centrale, ma potente e porta al raddoppio della Lazio.

Al rientro manca proprio Tomovic che, dopo la botta ricevuta sul volto, ha accusato dei giramenti di testa. Al suo posto, Sousa, opta per Cristoforo. Ma dopo qualche minuto Biglia stende il neo entrato e regala un calcio di rigore ai viola. Sul dischetto c’é Ilicic che opta per la potenza, ma Marchetti si allunga e respinge in calcio d’angolo. é proprio lui al 60′ ad abbandonare il campo per lasciare spazio a Mauro Zarate. E dopo 4′ minuti riapre la partita: la difesa della Lazio si sbilancia e Zarate viene agevolato da una respinta maldestra di Biglia. Zarate insacca a porta vuota. Al 70′ Bernardeschi impegna nuovamente Marchetti con un tiro di grande potenza da fuori area. La Lazio si allunga ed inizia ad soffrire. Due minuti dopo la sofferenza della Lazio rischia di concretizzarsi: Sanchez si inserisce in area e raggiunge il pareggio con un colpo di testa, ma l’arbitro è attento e vede il fallo di mano annullando la rete. Immobile, nel frattempo, continua a mostrarsi fuori condizione e dopo essere scattato sul filo del fuorigioco fallisce un’altra occasione per chiudere il match. E a mettere il punto ci pensa Radu. L’attaccante napoletano percorre tutto il campo e davanti all’area cede il pallone al difensore che di sinistro mette la sua firma.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter