La Lazio non si ferma: 2-1 al Sassuolo

Milinkovic-Savic ed Immobile ribaltano il vantaggio di Caputo e regalano ad Inzaghi altri tre punti in campionato: quarto successo consecutivo. Con questo risultato la Lazio raggiunge il Napoli al sesto posto, terza partita consecutiva senza vittoria per Sassuolo di De Zerbi

FORMAZIONI:

Lazio (3-5-2): Reina; Gabarron, Acerbi, Radu; Lazzari, Milinkovic-Savic, Leiva, Akpa Akpro, Marusic; Immobile, Correa. All. Inzaghi.

Sassuolo (4-2-3-1): Consigli; Muldur, Marlon, Ferrari, Rogerio; Obiang, Locatelli; Defrel, Djuricic, Traoré; Caputo. All. De Zerbi.

CRONACA:

Privo di Luis Alberto a centrocampo, il tecnico sceglie Akpa-Akpro e il suo dinamismo. Scelta che inizialmente paga poco: i neroverdi approcciano meglio la partita e trovano il vantaggio dopo 6 minuti con Caputo, che non segnava da un mese. Gioia effimera per De Zerbi, perché i suoi dimenticano di marcare Milinkovic-Savic, che punisce di testa a centro area al 25′. Le grandi occasioni, per il resto, latitano. Tanto possesso palla, per entrambe le squadre, ma spesso senza un grande fine. Ci vuole una giocata nella ripresa per sbrogliare la situazione e rompere l’equilibrio. La fa Marusic sulla sinistra, che svernicia gli avversari e pesca Immobile in area. Una sentenza.

Il Sassuolo tenta l’assedio con Boga e Lopez, i biancocelesti vanno di ripartenza. L’ultima parola ce l’ha la difesa biancoceleste, che tiene lontani gli avversari dalla propria porta. Inzaghi festeggia la vittoria: la Champions ora dista soltanto due punti.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter