La Lazio non riesce nell’impresa: il Siviglia vince 2-0

La Lazio di Simone Inzaghi perde per 2-0 al Sanchez Pijuan e non riesce così a ribaltare l’1-0 imposto dal Siviglia nella gara d’andata. A decidere il match ci hanno pensato i gol di Wissam Ben Yedder e Pablo Sarabia. Espulsi Vazquez, per doppia ammonizione, e Marusic per una presunta gomitata. Episodio dubbio sullo 0-0 in area di rigore degli andalusi per un fallo di Mercado su Lulic non ravvisato da Taylor

FORMAZIONI:

Siviglia (3-5-2): Vaclik; Mercado, Kjaer, Gomez; Navas, Vazquez, Mesa, Sarabia, Escudero; Silva, Ben Yedder. All. Machin.

Lazio (3-5-2): Strakosha; Gabarron, Acerbi, Radu; Marusic, Milinkovic-Savic, Badelj, Cataldi, Lulic; Immobile, Caicedo. All. Inzaghi.

CRONACA:

Dopo venti minuti di equilibrio la Lazio protesta per un contatto di Mercado su Lulic in area di rigore: il bosniaco va giù tutto solo davanti a Vaclik ma l’arbitro non fischia il rigore tra le furiose proteste biancocelesti. Passa un minuto e arriva la beffa: errore di Milinkovic-Savic, che innesca il contropiede andaluso con Sarabia. La conclusione dal limite é respinta da Strakosha, ma il più lesto per il tap-in é Wissam Ben Yedder, che viene tenuto in gioco da Gabarron ed insacca il vantaggio a porta vuota. Prima dell’intervallo la squadra di Simone Inzaghi ci prova con Immobile, che non inquadra però la porta.

Nella ripresa Silva sfiora il raddoppio con una conclusione deviata al limite, mentre la reazione della Lazio si materializza con un lancio lungo per Acerbi, che tutto solo conclude al volo di destro ma trova il grande riflesso di Vaclik. Al 60′ il Siviglia resta in 10 per l’ingenuo secondo giallo rimediato da Vazquez per un fallo reiterato su Romulo a centrocampo. A questo punto l’Aquila preme sull’acceleratore ma Immobile spreca una ghiotta occasione tutto solo davanti al portiere, sbagliando la misura del pallonetto sul bel lancio di Caicedo. La superiorità numerica ospite dura però solo undici minuti, perché al 71′ Marusic alza il gomito sul volto di Mesa e viene spedito sotto la doccia dall’arbitro con cartellino rosso. Nel finale arriva il colpo del ko firmato da Pablo Sarabia, che incrocia di destro da posizione defilata e mette le mani sul passaggio del turno.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter