La Lazio gode all’89’: Chievo ko 2-1 a Verona

Sergej Milinkovic-Savic, nel finale di partita, ha regalato 3 punti d’oro alla Lazio. Lazio a quota 4 punti, Chievo fermi a 3.

FORMAZIONI:

Chievo (4-1-2-1-2): Sorrentino; Cacciatore, Dainelli, Gamberini, Gobbi; Radovanovic; Catro, Hetemaj; Birsa; Inglese, Pucciarelli. All. Maran.

Lazio (3-4-2-1): Strakosha; Wallace, De Vrij, Radu; Basta, Parolo, Leiva, Lulic; Milinkovic-Savic, Alberto; Immobile. All. Inzaghi.

CRONACA:
La Lazio trova subito il gol ad inizio partita, nonostante il Chievo sia ben messo in campo da Maran. La firma tanto per cambiare é quella di Ciro Immobile, che nel corso del primo tempo hai sui piedi anche una colossale occasione per raddoppiare. I padroni di casa però cominiciano a prendere terreno, e a creare qualche pericolo dalle parti di Strakosha. A dieci minuti dall’intervallo il Chievo riesce a concretizzare il buon momento e firma il pareggio con Pucciarelli, alla sua prima rete in campionato.

Nel secondo tempo Simone Inzaghi modifica la sua Lazio a trazione anteriore, con gli ingressi di Lukaku e Caicedo. Le squadre si allungano alla ricerca della vittoria e le occasioni fioccano da entrambe le parti. I giocatori più pericolosi sono Inglese e Immobile, che fanno scorrere almeno un brivido lungo le schiene di Strakosha e Sorrentino. La partita si addormenta nella parte finale, ma è un lampo di Milinkovic-Savic ad illuminarla in extremis: il serbo mostra al Bentegodi tutte le sue doti balistiche con una botta dalla distanza che lascia di sasso tutto il Chievo Verona.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter