La Juventus vince in scioltezza a Cagliari: 2-0

Un gol per tempo di Gonzalo Higuain e la Juventus sbriga la pratica Cagliari. Gli assist di Marchisio e Dybala. La Juventus rimane a +7 dalla Roma. Cagliari in 10 per l’espulsione di Berella.

FORMAZIONI:

Cagliari (4-3-2-1): Rafael; Pisacane, Murru, Alves, Capuano; Dessena, Isla, Barella; Sau, Di Gennaro; Borriello. All. Rastelli.

Juventus (4-2-3-1): Buffon; Lichtsteiner, Bonucci, Chiellini, Alex Sandro; Khedira, Marchisio; Cuadrado, Dybala, Mandzukic; Higuain. All. Allegri.

CRONACA:

Prima parte di gara molto positiva per la squadra sarda, che non si limita a difendere ma prova a mettere in difficoltà con il gioco i campioni d’Italia. Proteste sarde per una spinta in area di Alex Sandro su Dessena. I bianconeri devono spesso ricorrere al fallo, e prima Lichtsteiner, poi Chiellini finiscono sul taccuino dell’arbitro.
Proprio il difensore della Nazionale accusa un problema muscolare e deve lasciar spazio a Rugani al 18′. Prima una bella opportunità per i sardi su calcio piazzato: tiro teso e forte di Bruno Alves, ma il pallone finisce leggermente alto sopra la traversa. Nella Juventus appare particolarmente in palla Cuadrado, ma per tutta la prima mezz’ora i bianconeri non creano pericoli dalle parti di Rafael. Al primo vero affondo, tuttavia, è il bomber Higuain a sbloccare il risultato al 37′: Marchisio pesca in profondità l’attaccante argentino, che elude la trappola del fuorigioco e da posizione defilata sulla destra dell’area con un tocco morbido batte Rafael per lo 0-1. Il goal subito dà un duro colpo alle ambizioni degli isolani e toglie invece le castagne dal fuoco ai bianconeri, che da lì in avanti giocano con maggiore tranquillità.

Le due squadre fanno appena in tempo a entrare in campo nella ripresa che il bomber argentino trova anche il raddoppio e la doppietta personale. Volata di Cuadrado sulla destra, palla a Dybala che pesca in profondità Higuain: diagonale vincente del numero 9 bianconero, che agguanta Dzeko in vetta alla classifica marcatori della Serie A con 18 reti. Il compito del Cagliari si fa ancora più proibitivo al 67′ quando Barella, già ammonito, commette fallo sul neo-entrato Pjanic e viene espulso dall’arbitro per doppia ammonizione. La Juventus, forte del doppio vantaggio, inizia a gestire il possesso palla, e per il Cagliari diventa molto complicato riconquistare il pallone. La gara ha tuttavia un sussulto dopo il 70′. Al 71′ infatti Pisacane calcia molto bene da fuori area: Buffon è costretto a volare sulla sua sinistra per deviare il pallone, destinato all’angolino. Su ribaltamento di fronte il solito Higuain innesca Dybala sulla sinistra: cross della ‘Joya’ per Mandzukic, che di testa, da centro area, spreca la palla del 3-0 mettendo a lato sulla destra. I sardi ci riprovano al 75′ su calcio piazzato: punizione a giro di Bruno Alves, palla colpita bene che aggira la barriera ma si spegne di poco a lato sulla sinistra con Buffon fuori causa. Fra i sardi da segnalare il debutto di Ibarbo, rientrato in Sardegna nel calciomercato invernale, che al 75′ rileva Borriello. Nel finale anche una traversa di Mandzukic e un Rafael che con un incredibile riflesso dice di no a Dybala sul tentativo di tap-in di testa.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter