La Juventus vince il derby della mole , finisce 0-1 decide Alex Sandro

La Juventus perde per infortunio in avvio Gonzalo Higuain che viene sostituito da Bernardeschi, decisivo nell’assist del gol-partita targato Alex Sandro. Il Torino non si rende mai pericoloso.

FORMAZIONI:

Torino (4-3-3): Sirigu; De Silvestri, N’Koulou, Burdisso, Molinaro; Baselli, Rincon, Obi; Falque, Belotti, Ansaldi. All. Mazzarri.

Juventus ( 4-3-3): Szczesny; De Sciglio, Rugani, Chiellini, Asamoah; Sturaro, Pjanic, Khedira; Costa, Higuain, Alex Sandro. All. Allegri.

CRONACA:

Allo stadio Grande Torino atmosfera vibrante, c’è il pubblico delle grandi occasioni, c’è il tutto esaurito, è il Derby della Mole, Bianconeri chiamati a riscattare il deludente pareggio di champions, mentre i Granata sono in ottima forma, dopo l’arrivo di Mazzarri   che ha avuto effetti benefici per entusiasmo e sopratutto gioco.

Scelte quasi obbligate per Allegri che deve far fronte alle numerose assenze, in difesa schiera Rugani al posto di Benatia ancora malconcio, spiazza tutti e preferisce Sturaro anzichè Marchisio e in attaco viste le assenze di Mandzukic influenzato, prova il tridente leggero Schierando ai fianchi di Higuain, Douglas Costa e Alex Sandro scelta che fu decisiva in un derby di due anni fa, per il Toro modulo e formazione confermatissima.

Non sono passati neanche tre minuti e la Vecchia signora si rende subito pericolosa, Pjanic vede l’inserimento dentro l’area di Higuain, ma e provvidenziale l’uscita di Sirigu, che anticipa il Pipita evitando il peggio.

I granata no stanno a guardare al 7′ da un errore di Sturaro che perde palla a centrocampo, ne nasce un contropiede gestito malissimo dal Torino,  Obi -Belotti contro il solo Rugani non riescono a sfruttare la chance ed e solo calcio d’angolo.

Juventus sfortunatissima e perde anche Higuain per infortunio, il tecnico livornese e costretto a far entrare Bernardeschi, spostando come prima punta Douglas Costa, nonostante questo sono sempre i bianconeri che sfiorano il gol al 19′ splendida accelerazione di Douglas Costa che dalla destra fa partire un cross che viene liberato non benissimo dalla difesa granata, ne approfitta Asamoah, sbuca dalle retrovia e calcia all’angolino ma De Silvestri si immola davanti a protezione della porta e salva il toro.

la squadra di Mazzarri però e viva e vuole approfittare del momento psicologico dei bianconeri, e in due minuti verso la mezz’ora di gioco va vicina al gol per ben due volte prima con una bella girata al volo di Belotti che però si spegne sul fondo e poi sugli sviluppi di un calcio d’angolo è De Silvestri che sfrutta a dovere un ottimo servizio di Iago Falque, ma il portiere polacco si fa trovare prontissimo e blocca la sfera.

Trentatreesimo minuto è la Juventus che la sblocca, bella incursione di Bernardeschi dalla destra, entra in area e serve sotto porta Alex Sandro che deve solo appoggiare in rete, bianconeri che colpiscono nel momento migliore del Torino.

Prima frazione che si conclude senza altre emozioni, con i granata in stato di shock evidente dopo il gol che non riesce più ad esprimere il bel gioco dei primi minuti.

Seconda frazione che non preannuncia spettacolo, manovra lenta e squadre statiche, il tecnico dei granata cerca di dare una sterzata alla partita per provare ad impensierire la retroguardia juventina e fa entrare Niang al posto di Baselli, passando ad un modulo a due punte, ma lo spartito non cambia gioco molto confuso che non crea particolari problemi ai bianconeri.

Ventesimo minuto  dopo 40 giorni rientra la Joya Dybala, che appena entrato nel giro di due minuti ha due occasionissime, prima servito alla grande da Bernardeschi, ma davanti a Sirigu, calcia sul fondo, poi su imbeccata di Alex Sandro, al centro dell’area completamente solo colpisce male e la palla va sopra la traversa.

Bisogna aspettare la mezzora del secondo tempo per vedere la prima conclusione in porta del Torino, con Iago Falque che impegna Szczesny ad una parata plastica, ma poi niente più solo pressione ma nessun pericolo, la Vecchia signora in pieno controllo gestisce il match fino al termine.

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter