La Juventus vince anche a Genova: 1-3 al Genoa

La capolista si mantiene a +4 sulla Lazio. Tre gol splendidi nella ripresa di Dybala, Ronaldo e Douglas Costa illuminano la serata bianconera, Grifone piegato. Inutile il gol finale di Pinamonti

FORMAZIONI:

Genoa (3-5-2): Perin; Romero, Soumaoro, Masiello; Ghiglione, Behrami, Schone, Sturaro, Cassata; Pinamonti, Favilli. All. Nicola.

Juventus (4-3-3): Szczesny; Cuadrado, De Ligt, Bonucci, Danilo; Bentancur, Pjanic, Rabiot; Bernardeschi, Dybala, Ronaldo. All. Sarri.

CRONACA:

Perin contro la Juve. Il primo tempo del Ferraris, sostanzialmente, si può riassumere in questa maniera. Con uno dei tanti ex di serata assoluto protagonista su Bernardeschi e Ronaldo. Il resto, invece, è puro dominio bianconero: baricentro alto, voglia di fare la partita e preoccupazioni pressoché inesistenti dalle parti del portiere polacco.

Nella ripresa, però, la Vecchia Signora non si accontenta solamente del dominio territoriale. E, infatti, porta a casa i tre punti trascinata da una prodezza di Dybala, l’ennesima, che testimonia come l’argentino per la Signora sia diventato un giocatore vitale. In tema di prodezze, si sa, Ronaldo ama primeggiare. Altro giro, altra gemma: destro imparabile e gara sulla via di Torino. Finita qua? No, il subentrato Douglas Costa di sinistro la chiude definitivamente. Debutto nel finale, tra le fila zebrate, per Olivieri.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter