La Juventus vince 2-1 sul Milan e vola in semifinale

Juventus' Paulo Dybala jubilates after scoring the goal during the Italy Cup (Coppa Italia) quarter final soccer match Juventus FC vs AC Milan at Juventus Stadium in Turin, Italy, 25 January 2017. ANSA/ALESSANDRO DI MARCO

Paulo Dybala e Miralem Pjanic portano avanti la Juventus, che domina il primo tempo. Nella ripresa Carlos Bacca la riapre, il Milan reagisce, ma rimane in 10. La Juventus non la chiuede e nel finale soffre. Non baste il coraggio del Milan: in semifinale ci va la Juventus, che troverà il Napoli.

FORMAZIONI:
JUVENTUS (4-2-3-1): Neto; Barzagli, Rugani, Bonucci, Asamoah; Pjanic, Khedira; Cuadrado, Dybala, Mandzukic; Higuain. All. Allegri.

Milan (4-3-3): Donnarumma; Abate, Zapata, Romagnoli, Antonelli; Kucka, Locatelli, Bertolacci; Suso, Bacca, Bonaventura. All. Montella.

CRONACA:

La Juventus di Allegri affronta il Milan nei quarti di finale di coppa Italia tra le mura amiche dello Stadium. I bianconeri vogliono subito prendere in mano la partita. I ritmi imposti dai padroni di casa infatti sono subito altissimi. Bisogna infatti aspettare appena 10′ per vedere sbloccata la partita. Cross di Asamoah mancato da Cuadrado, pallone che arriva Dybala il quale lo addomestica alla perfezione e con un gran destro batte Donnarumma portando il risultato su 1-0. Al 20′ i bianconeri allungano ancora su un Milan intimorito. Asamoah, dopo aver superato molti avversari viene atterrato da Kucka ottenendo una splendida punizione. Dal calcio piazzato si presenta Pjanic che con una geometria perfetta scocca un tiro perfetto insaccando la palla nel sette. 2-0 juve e risultato che rimane invariato fino allo scoccare del 45′. Il secondo tempo vede le due squadre dividersi equivalentemente il campo. Al 53′ però il Milan torna in partita con una gran giocata di Bacca. Da calcio di punizione la palla arriva sui piedi del colombiano che da dentro l’area insacca dove Neto non può arrivare. La partita sembra potersi riaprire ma la doccia fredda per gli ospiti è dietro l’angolo. Dopo nemmeno un minuti Locatelli prende il secondo giallo con un brutto intervento su Dybala, lasciando il Milan in 10. L’inferiorità numerica non serve però per demoralizzare i rossoneri che anzi prendono fiducia e iniziano a schiacciare i padroni di casa ottenendo diverse volte la palla gol del pareggio. La Juve soffre ma stringendo i denti resiste fino al triplice fischio. 2-1 per i padroni di casa che guadagnano per l’ennesima volta la semifinale della coppa nazionale.

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter