La Juventus umilia l’Inter: finisce 3-0.

Juventus verso la finale

Juventus e Inter si affronta nell’andata della semifinale di Coppa Italia allo Juventus Stadium.
FORMAZIONI:
Allegri si schiera con il consueto 4-3-3, in porta spazio a Neto, coi difensori centrali che saranno Bonucci, Caceres e Chiellini. A centrocampo sulle fasce spazio a Cuadrado ed Evra. Gli interni saranno Marchisio, Pogba ed Asamoah. In avanti Mandzukic e Morata.
Mancini opta per un 4-3-3: in difesa,davanti ad Handanovic, ci saranno Miranda e Murillo e D’Ambrosio e Nagatomo agiranno sulle fasce. I tre interni di centrocampo saranno Melo, Medel e Kondogbia. In avanti il trio sarà formato da Ljajic, Jovetic e Biabiany.
CRONACA:
La partita inizia i nerazzuri molto concentrati, linee strette e raddoppi di marcature costanti. I bianconero più propensi ad un gioco ragionato. Medel e Melo ci provano dalla distanza , Miranda fa valere il fisico contro Madzukic. É una gara tosta. Una punizione tesa di Cuadrado trova il braccio di Medel, ma Tagliavento non concede il rigore alla Juventus. Le squadre sono bloccate e poco propense all’attacco. Dai piedi di Cuadrado nasce una situazione pericolosa: Melo saltato e destro largo alla destra di Handanovic. La Juventus con il passare dei minuti prende coraggio. Tutto cambia quando Cuadrado brucia Murillo nello scatto e si aggiudica il rigore: giallo per il difensoree rigore trasformato da Morata. L’Inter non riesce mai ad incidere in attacco. Jovetic é troppo statico, Biabiany pensa più a difendere, Ljajic é fuori dagli schemi.
La ripresa inizia con la Juventus che propone un ritmo più sostenuto alla ricerca del raddoppio. L’Inter tiene il pallino del gioco, gestione del ritmo e delle energie. Morata prende un rimpallo con Melo e altro pallone in rete. I bianconeri hanno gioco facile, possesso palla e qualche accelerazione. Mandzukic viene sostituito da Dybala, l’Inter inserisce Icardi per Biabiany. Allegri prova a cercare il terzo goal. Ed é presto accontentato: gloria pure per Dybala. Vittoria netta e significativa.-

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter