La Juventus trionfa: l’Atalanta cade per 2-1

I bianconeri conquistano il quattordicesimo trofeo della propria storia grazie ad una rete ad una rete per tempo. Alla Dea non basta il momentaneo pareggio di Malinovsky. Pirlo conquista il suo secondo titolo stagionale, Gasperini si ferma ad un passo dal trionfo come nel 2019

FORMAZIONI:

Atalanta (3-4-2-1): Gollini; Toloi, Palomino, Romero; Hateboer, De Roon, Freuler, Gosens; Pessina, Malinovsky; Zapata. All. Gasperini.

Juventus (4-4-2): Buffon; Cuadrado, De Ligt, Chiellini, Danilo; McKennie, Bentancur, Rabiot, Chiesa; Kulusevski, Ronaldo. All. Pirlo.

CRONACA:

Ecco un principio di continuità: 4 mila tifosi sugli spalti, cori vecchio stampo, entusiasmo alle stelle. Non è un caso che al Mapei Stadium, quindi, nella prima frazione di gara vada in scena una partita intensa caratterizzata da due reti. La prima, a sbloccare le marcature, della Vecchia Signora con un mancino pregevole di Kuluseveski. La seconda, invece, dell’Atalanta: Rabiot leggero in copertura, Malinovskyi a far esplodere di gioia il popolo orobico.

Da segnalare, inoltre, i tentativi orobici qua e là a sottolineare la crescita esponenziale della truppa lombarda. In avvio di ripresa, di testa, McKennie non sfrutta sapientemente una bella palla di Cuadrado. Mentre è Gollini a superarsi da un tocco ravvicinato di Kulusevski. E Chiesa? Su assist di CR7, colpisce clamorosamente il palo da posizione favorevole. Sempre lui, però, la decide. Palla d’oro di Kulusevski e, questa volta, l’ex Fiorentina non sbaglia: un lampo che vale un trofeo.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter