La Juventus stende il Cagliari: 1-3

Alla Sardegna Arena decide una tripletta di Ronaldo nei primi 21 minuti. Nella ripresa segna Simeone. Vince la Juventus di Pirlo e rimane a 10 punti di distanza dall’Inter capolista. Polemiche per un’entrata in ritardo di CR7 su Cragno: Calvarese opta per il giallo, ma c’era il rischio di espulsione diretta

FORMAZIONI:

Cagliari (3-5-2): Cragno; Ceppitelli, Godin, Rugani; Zappa, Nainggolan, Duncan, Marin, Nandez; Joao Pedro, Simeoene. All. Semplici.

Juventus (3-5-2): Szczesny; Cuadrado, De Ligt, Chiellini, Alex Sandro; Kulusevski, Danilo, Rabiot, Chiesa; Ronaldo, Morata. All. Pirlo.

CRONACA:

Nel primo tempo, sostanzialmente, va in scena lo show di Cristiano Ronaldo. Che, fresco di critiche asprissime post eliminazione in Champions League, decide di salire in cattedra. Realizzando 3 goal in 32’ minuti. Mettendo in mostra, parallelamente, tutti i limiti della retroguardia isolana.

Tre cazzotti che mettono a dura prova il Cagliari, che nella ripresa quantomeno ci prova. Basti pensare al lampo di Simeone, a digiuno da tre mesi e mezzo, che quando vede la Signora non è solito farle complimenti: quattro reti in carriera. Troppo poco, comunque, per impensierire una Juve famelica di rivalsa. In soldoni, tre punti d’oro per consolidare il piazzamento Champions in classifica e, soprattutto, per guardare con ottimismo al domani. Nota negativa per i bianconeri sul fronte Cuadrado che, diffidato, dovrà saltare il match contro il Benevento. Da valutare, infine, anche le condizioni di Alex Sandro: uscito al 33′ per un problema muscolare.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter