La Juventus si fa paura da sola, ma contro il Cagliari è 3-1

Juventus non perfetta contro il Cagliari, ma gli uomini di Allegri riescono comunque a portare a casa la 10a vittoria in campionato. Apre Paulo Dybala, pareggia João Pedro, ma due minuti più tardi i bianconeri tornano avanti con l’autorete di Bradaric. Nel finale c’è il gol di Juan Cuadrado che vale il 3-1.

FORMAZIONI:

Juventus (4-3-3): Szczesny; Cancelo, Bonucci, Benatia, De Sciglio; Bentancur, Pjanic, Matuidi; Costa, Ronaldo, Dybala. All. Allegri

Cagliari (4-3-1-2) Cragno ;Srna, Pisacane, Ceppitelli, Padoin; Ionita, Bradaric, Barella; Castro; Pavoletti, JoaoPedro. All.Maran

CRONACA:

All’Allianz Stasera è di scena la sfida tra i Campioni d’Italia contro il Cagliari di Maran, Allegri opta per De Sciglio al posto di Alex Sandro e Benatia al posto di Chiellini,  a riposo in vista del match di Champions contro lo United; a centrocampo conferma per Bentancour dal primo minuto e in attacco sarà Douglas Costa a completare il tridente con Ronaldo e Dybala.

Nessuna sorpresa dell’ultimo minuto per Maran che conferma gli undici che hanno battuto il Chievo domenica scorsa; conferma per Castro nelle vesti di trequartista dietro le punte Joao Pedro e Pavoletti mentre in difesa sarà ancora Pisacane ad affiancare Ceppitelii nella difesa a 4 completata dal croato Srna e dall’ex Padoin accolto allo stadium con una standing ovation dai suoi ex tifosi.

Partenza a razzo della Vecchia Signora che colpisce subito a freddo i sardi, Bentancour serve Dybala al limite dell’area, la Joya attira su di se la difesa ospite e dopo una serie di sterzate delle sue, nonostante scivoli malamente, trova il tempo per concludere di destro alle spalle dell’incolpevole Cragno, sbloccando il risultato dopo una manciata di secondi.

Sardi che però non vanno giu di morale, anzi tengono bene il campo e fanno Soffrire il centrocampo bianconero, stasera un po sottotono, al 19′ i rossoblu vanno vicino al pareggio,cross insidioso di Ionita in area di rigore, su cui si avventa Pavoletti che a pochi metri dalla porta avversaria, colpisce al volo in caduta trovando un eccezionale Szczesny che di piede evita 1-1.

Juventus che fatica sopratutto in fase di impostazione dove è particolarmente imprecisa, ne approfitta il Cagliari, infatti, Cross di Srna in area di rigore, pallone intercettato da Bonucci che allunga in malomodo il pallone sul secondo palo, innescando Joao Pedro che controlla, si accentra indisturbato e conclude sul primo palo alle spalle del portiere Polacco gelando lo stadium al 36′.

La gioia del pareggio dura veramente poco, un minuto più tardi, da un cross basso e teso di Douglas Costa in area di rigore, sul pallone ci va Bradaric in scivolata nel tentativo di anticipare gli attaccanti juventini, ma fa un pasticcio e goffamente trafigge Cragno sul primo palo per il nuovo ed immediato vantaggio bianconero.

La Vecchia signora continua ad attaccare, approfittando del momento psicologico degli avversari, e a pochi secondi dal termine del primo tempo, sfiorano il terzo gol, veloce ripartenza con Ronaldo che, ben servito da Douglas Costa, entra in area di rigore dalla sinistra e col mancino fa tremare il palo alla destra di Cragno.

Seconda frazione in cui le due squadre diminuiscono di intensità, la squadra di Allegri non aumenta il ritmo della sua manovra, ma ogni volta che si avvicina dalle parti di Cragno da comunque la sensazione di poter far male ai rossoblu, ma e solo un illusione, i sardi col passare dei minuti prendono coraggio tenendo bene il campo e va raramente in difficoltà, ma a differenza, del primo tempo, non ha costruito situazioni pericolose dalle parti Szczesny.

Il match si infiamma allo scadere quando all’ 86′, gli uomini di Maran, vanno clamorosamente vicini al pareggio, lunga azione dei rossoblu con Sau che trova Pavoletti nei pressi dell’area piccola, conclusione a botta sicura, ma Benatia è miracoloso e si immola completamente a difesa della porta e mura la conclusione dell’ex Napoli, sul capovolgimento di fronte, Ronaldo si invola verso la porta Cagliaritana, attira su di se la difesa ospite e serve Cuadrado a rimorchio sul secondo palo, conclusione di prima del colombiano e palle alle spalle di Cragno e partita in ghiaccio.

Troppa sofferenza per una Juventus abituata ad avversari più complicati, bisogna dare merito ad un buon Cagliari che ha messo in grave difficoltà i bianconeri, sfiorando il clamoroso colpaccio, come dice Allegri contano i punti e la Vecchia signora ne ha 31 su 33 la migliore partenza di sempre, forse la migliore Juve di sempre? ai posteri l’ardua sentenza.

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter