La Juventus ribalta il Torino: 2-1

Una brutta Juventus si salva nella ripresa grazie ai colpi di testa di McKennie e Bonucci che ribaltano così lo 0-1 iniziale di N’Koulou. Juventus a lungo lenta e prevedibile, ma il Torino subisce l’ennesima rimonta nel suo campionato: se la classifica si facesse con i primi tempi la squadra di Giampaolo sarebbe prima col Milan

FORMAZIONI:

Juventus (4-4-2): Szczesny; Cuadrado, De Ligt, Bonucci, Danilo; Chiesa, Bentancur, Rabiot, Kulusevski; Dybala, Ronaldo. All. Pirlo.

Torino (3-5-2): Sirigu; Lyanco, N’Koulou, Rodriguez; Singo, Meité, Rincon, Linetty, Ansaldi; Zaza, Belotti. All. Giampaolo.

CRONACA:

Il primo tempo, di marca bianconera, è tutto ciò che un allenatore non vorrebbe mai vedere. Un cocktail micidiale – in negativo – di sterilità e idee pari allo zero. Musica per le orecchie del Torino che, messo bene in campo, trova il vantaggio con Nkoulou. Il tutto, sfiorando il raddoppio con Zaza. Male, qui, l’attaccante lucano. Bene, invece, Szczesny. Madama va di compitino, impaurita, più proposta a non prenderne un altro anziché a pareggiare. Con Lyanco, Belotti e un contropiede di Zaza a spaventare nuovamente la retroguardia bianconera.

Nella ripresa, per forza di cose, il copione cambia. Con la Juve di puro impeto e con il Torino ad abbassare il raggio d’azione per tentare di proteggere il colpaccio. Cuadrado, prima, trova la rete: toltagli, giustamente, dal VAR a causa della posizione attiva di fuorigioco targata Bonucci. Il subentrato McKennie, dopo, di testa firma l’1-1. Il centrale viterbese, il centrale viterbese dà. Una zuccata vitale, un colpo di testa da tre punti. Ma quanta fatica…

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter