La Juventus ribalta il Milan: 2-1

Il tricolore è ormai ad un passo la Juventus grazie al 2-1 sul Milan. Krzysztof Piatek illude i rossoneri nel primo tempo, ma pareggia Paulo Dybala su rigore. Ribalta tutto Moise Kean servito da Pjanic. +21 sul Napoli che se dovesse perdere regalerebbe l’8° Scudetto consecutivo alla Juve

FORMAZIONI:

Juventus (3-5-2): Szczesny; De Sciglio, Bonucci, Rugani; Spinazzola, Bernardeschi, Can, Bentancur, Alex Sandro; Dybala, Mandzukic. All. Allegri.

Milan (4-3-3): Reina; Calabria, Musacchio, Romagnoli, Rodriguez; Kessié, Bakayoko, Calhanoglu; Suso, Piatek, Borini. All. Gattuso.

CRONACA:

La prima grande occasione della partita capita sulla testa di Piatek che, da posizione favorevole, non riesce a centrare la porta. A lunghi tratti regna la noia, con un penalty piuttosto evidente – anche con il consulto della tecnologia – negato al Diavolo: cross di Calhanoglu, braccio di Alex Sandro. Pochi minuti dopo gli ospiti passano in vantaggio con Piatek, bravo a sfruttare un errore in disimpegno della Signora. Negli attimi finali del primo tempo, la Juventus si rende pericolosa con una bella sforbiciata di Mandzukic.

Nella ripresa Madama cambia atteggiamento, aumentando in giri e, grazie a una colossale ingenuità di Musacchio, trova il pareggio dal dischetto con Dybala. Il Milan, complice una condizione globale non eccelsa, si preoccupa maggiormente di portare a casa un risultato utile. Musica per le orecchie dei padroni di casa che, ancora una volta, trovano il vantaggio con l’immarcabile Kean. Predestinato.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter