La Juventus castiga l’Inter: 2-0

Alle 20,45 allo Juventus Stadium va in scena il derby d’Italia. Juventus e Inter si affrontano con in mente un solo risultato: la vittoria.

FORMAZIONI

JUVENTUS (3-5-2): Buffon, Barzagli, Bonucci, Chiellini, Lichtsteiner, Khedira, Hernanes, Pogba, Alex Sandro, Mandzukic, Dybala. A disposizione: Neto, Rubinho, Rugani, Evra, Padoin, Lemina, Sturaro, Asamoah, Pereyra, Cuadrado, Zaza, Morata. Allenatore: Allegri.

INTER (3-5-2): Handanovic; Miranda, Murillo, Juan Jesus; D’Ambrosio, Medel, Felipe Melo, Kondogbia, Telles; Icardi, Palacio. A disposizione: Carrizo, Berni, Jovetic, Biabiany, Santon, Ljajic, Eder, Gnoukouri, Perisic, Nagatomo, Manaj. Allenatore:Mancini.

Arbitro: Rocchi

CRONACA

Dalle parti della Torino bianconera  la partita con i cugini milanesi di sponda nerazzurra è sempre vissuta come una questione personale. Già dalle coreografie dei tifosi infatti si può assaporare il clima che reggerà per i 90 minuti allo Stadium. Stadio che infatti si rivela essere fin da subito una bolgia. Dopo le prime azioni interiste sono i padroni di casa a prendere in mano la situazione. Al 4′ Hernanes fa partire un missile da fuori area, il portiere dell’Inter è però bravo a deviare con le punta delle dita il tiro mandandolo sulla traversa. In successione poi si verificano due azioni gol clamorose. Al 9′ è Dybala che su una bellissima azione corale non riesce a trovare il tocco vincente da un pallone messo in mezzo da Mandzukic. Poco dopo è lo stesso croato che non trova il gol su passaggio errato del nerazzurro Murillo. I primi 10 minuti sono lo specchio perfetto della supremazia bianconera per tutto il primo tempo, supremazia che però non trova l’azione del vantaggio con l’arbitro che manda le squadre all’intervallo sul punteggio di 0-0. La Juventus però è famelica e il pareggio non basta a chi ha sete di gloria. Non passano nemmeno due minuti dalla ripresa del gioco che infatti i bianconeri trovano il primo gli della serata. Dybala si trova a gestire una punizione da posizione interessante, fa partire un pallone alto in mezzo all’area, D’Ambrosio colpisce male di testa creando un assist perfetto che arriva sui piedi di Bonucci che di destro buca senza pietà Handanovic. Lo Stadium diviene un inferno e il gioco è completamente nelle mani dei padroni di casa.  La squadra bianconera domina e fa ballare l’Inter. Inter che perde la testa e commette errori clamorosi. Al 84′ Miranda atterra in area Morata concedendo il calcio di rigore. Lo spagnolo non sbaglia e punisce Handanovic dal dischetto. 2-0 Juventus, che controlla il risultato fino al 90′ portando a casa tre punti fondamentali per la sfida scudetto.

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter