La Juventus batte 1-0 il Torino

Partita intensa allo stadio Olimpico Grande Torino: la decide una deviazione da due passi del centrale olandese su assist di Higuain, dopo che lo stesso De Ligt nel primo tempo aveva rischiato di causare un rigore con un tocco di braccio in area. Ai granata non basta una prova d’orgoglio: la squadra di Mazzarri non vince da oltre 2 mesi

FORMAZIONI:

Torino (3-5-2): Sirigu; Izzo, Lyanco, Bremer; Aina, Baselli, Rincon, Meité, Ansaldi; Belotti, Verdi. All. Mazzarri.

Juventus (4-3-1-2): Szczesny; Cuadrado, Bonucci, De Ligt, De Sciglio; Bentancur, Pjanic, Matuidi; Bernardeschi; Dybala, Ronaldo. All. Sarri.

CRONACA:

Dopo un flebile colpo di testa di Bremer, la partita inizia a fare sul serio con Verdi, che tuttavia non centra lo specchio della porta. De Ligt, tanto per cambiare, con l’ormai solita mano crea un caso da moviola. Rincon, dalla distanza, trova pronto Szczesny. Ronaldo, avvalendosi del gioco aereo, spaventa Sirigu. Stesso copione pochi minuti dopo, questa volta con un potente destro. Il portiere granata, in serata superlativa, nega la gioia personale a Dybala. De Sciglio, decisamente poco brillante dopo diverse settimane trascorse ai box, spalanca le porte ai suoi dirimpettai. E, giustappunto, il Toro per poco non ne approfitta con Meité, ben cercato da Belotti. Nelle battute conclusive del primo tempo è sempre Sirigu a elevarsi per un intervento da urlo su De Ligt.

Nella ripresa, tanto per cambiare, è ancora l’estremo difensore granata a prendersi gli applausi, distendendosi magistralmente su CR7. Finita qui? Neanche per scherzo. Altra grande risposta sul subentrato Higuain. Nel momento di maggiore spinta, Madama la sblocca: corner sul secondo palo, il Pipita rimette in mezzo e, da due passi, De Ligt insacca. Il Toro, ferito nell’orgoglio, sfiora subito il pareggio con Ansaldi. Gestione finale zebrata e triplice fischio a decretare la stracittadina in favore della Signora, decisa dal primo lampo italiano dell’ex capitano dell’Ajax.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter