La Francia vola a Mosca: 1-0 al Belgio

Una semifinale equilibratissima viene decisa ad inizio ripresa da un colpo di testa vincente di Samuel Umtiti. Francia all’ultimo atto del Mondiale per la terza volta nella propria storia.

FORMAZIONI:

Francia (4-2-3-1): Lloris; Pavard, Varane, Umtiti, Hernadez; Pogba, Kanté; Mbappé, Griezmann, Matuidi; Giroud. All. Deschamps.

Belgio (3-5-2): Courtois; Alderweireld, Kompany, Vertonghen; Chadli, Dembelé, Witsel, Fellaini, De Bruyne; Lukaku, Hazard. All. Martinez.

CRONACA:

La Francia ha infatti dovuto faticare non poco per avere la meglio su una squadra che una volta di più ha dimostrato di non essere arrivata per caso a giocarsi l’approdo in una finale di un Mondiale. I Bleus, dopo una buona partenza, sono stati costretti a chiudersi in difesa per larga parte del primo tempo. Il Belgio è riuscito a far girare meglio il pallone ed i suoi attacchi sono stati spesso ad un passo dal rivelarsi letali. I Diavoli Rossi più volte sono riusciti a rendersi pericolosi dalle parti di Lloris ma sono stati fermati ora da un pizzico di imprecisione, o dalla sfortuna, ma anche dall’ottima serata dell’estremo difensore transalpino. Non è quindi un caso che la prima frazione di gioco, seppur equilibrata, si sia chiusa con un leggero predominio, dal punto di vista delle occasioni da rete, da parte della squadra di Martinez.

Anche l’inizio della ripresa è stato tutto di marca belga ma, nel momento della sofferenza, la Francia è riuscita a trovare con Umtiti quel guizzo che le ha consentito di sbloccare il risultato. In svantaggio, dopo un brevissimo momento di assestamento, il Belgio ha ripreso a macinare gioco pur esponendosi alle ripartenze della Francia. Anche in questo frangente è venuta fuori la capacità della squadra guidata da Deschamps di stringere i denti nei momenti più complicati e anche per questo motivo la vittoria è probabilmente meritata. Alla fine quindi ad esultare sono i Bleus che, inseriti giustamente alla vigilia Russia 2018 nel novero dei grandi favoriti per la vittoria finale del torneo, attendono ora di sapere quale, tra Inghilterra e Croazia, sarà l’avversaria che domenica affronteranno a Mosca. Il Belgio vede svanire il sogno di laurearsi per la prima volta nella sua storia campione del mondo, ma lo fa sapendo di non avere nulla da rimproverarsi.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter