La Fiorentina umilia la Roma! 7-1

La Fiorentina spazza via una Roma disastrosa e si guadagna il penultimo atto di Coppa Italia, dove troverà una tra Juventus e Atalanta. Sugli scudi Federico Chiesa, autore di una tripletta. A segno anche Luis Muriel, Marco Benassi, Giovanni Simeone e Aleksandar Kolarov

FORMAZIONI:

Fiorentina (4-3-3): Lafont; Milenkovic, Pezzella, Hugo, Biraghi; Benassi, Veretout, Fernandes; Chiesa, Muriel, Mirallas. All. Pioli.

Roma (4-2-3-1): Olsen; Florenzi, Manolas, Fazio, Kolarov; Cristante, N’Zonzi; Zaniolo, Pastore, El Shaarawy; Schick. All. Di Francesco.

CRONACA:

Questo quarto di finale di coppa Italia vede in un Franchi dove la pioggia la fa da padrona si affrontano due squadre che sulla carta vorrebbero raggiungere un traguardo importante come la semifinale della coppa nazionale. Fin dall’inizio gara però il campo dimostra che questa voglia la dimostra solo la Fiorentina. Questo lo si vede dalla determinazione e dalla grinta che i giocatori mettono in ogni contrasto e nell’approccio alla gara. La Fiorentina è ordinata e attenta ma soprattutto precisa nei passaggi, mentre i giallorossi concedono molto e come accade ormai da inizio stagione tranne alcune parentisi è imprecisa e disorganizzata. La Roma ha dimostrato ancora una volta di non saper tenere alta la concentrazione e dimostrare di essere una squadra di alto livello nelle partite che contano e la partita di oggi è la chiara situazione che in questa stagione affligge la Roma. Pronti via e la viola passa al 7 con chiesa che sfrutta un assist di Mirallas per battere Olsen. Qualche minuto dopo la Roma sembra provare a raggiungere il pari ma il colpo di testa di Cristante di infrange sul palo. La Fiorentina continua la partita stando attenta e concentrata mentre la Roma commette errori su errori sia tecnici che tattici e allora chiesa si I vola sul filo d e l fuorigioco è batte per la seconda volta Olsen. Al 28′ è Kolarov che su una combinazione a metà campo si invola verso la porta e da fuori area batte Lafont per il momentaneo 2-1. Da adesso in poi sarà solo ed esclusivamente fiorentina con la Roma in bambola e godi la Fiorentina va a segno appena affonda con determinazione e così al 33′ Muriel sigla il 3-1 e il primo tempo che termina con la viola in vantaggio. Ripresa che parte dubito con due cambi tra le fila romaniste cercando di dare una scossa con Dzeko e Pellegrini per Pastore e N’Zonzi. La situazione però non cambia ed allora a fare la partita, a concludere e a segnare è solo la Fiorentina che nella ripresa umilia i giallorossi portando il risultato finale sul 7-1. Prima Benassi e poi ancora Chiesa ed infine il Cholito Simeone firmano la disfatta giallorossa e l’umiliazione della Roma che al 71’perde la testa con Dzeko che di fa espellere per proteste. Una Roma inguardabile ed una Fiorentina bella e cinica. Migliore in campo dei Viola Chiesa, migliore per la Roma nessuno, tutti inguardabili. Unica nota positiva per la Roma è il rientro in campo di De Rossi ma resta il fatto che questa Roma non è, si spera, la vera Roma. Di Francesco ha molto lavoro se la dirigenza decide di seguire con il tecnico abruzzese alla guida dei giallorossi, perché perdere ci sta, la Fiorentina è un ottima squadra, ma con questo passivo è troppo e per una squadra del livello della Roma è inammissibile un approccio e un risultato come questo di Firenze.