La Fiorentina rimonta l’Inter.

Fiorentina e Inter chiudono la 25esima giornata di campionato: le due squadra sono in lizza per il terzo posto, che significano preliminari di Champions League.

FORMAZIONI:
Paulo Sousa presenta una linea difensiva a 4 che prevede Roncaglia e Alonso sulle fasce laterali, con la coppia centrale Rodriguez e Astori a protezione di Tatarusanu. Valero in cabina di regia con Vecino. Bernardeschi, Ilicic e Tello a supporto di Kalinic.

Mancini risponde con una linea difensiva a 4 che prevede Nagatomo e Telles sulle corsie laterali, coppia centrale Miranda e Murillo. Kongdogbia, Medel e Brozovic in mediana. Tridente offensivo con Palacio, Eder ed Icardi.

CRONACA:
Si parte con la curva viola che per protesta contro alcuni daspo fa lo sciopero del tifo per i primi 15’. Ad alzare il volume comunque ci pensano i giocatori di casa, che approfittano di un inizio molle degli interisti per creare tre nitide palle goal con Bernardeschi, Ilicic e poi è di nuovo lo sloveno a vedersi respingere sulla linea da Telles un sinistro a colpo sicuro. La squadra di Mancini mette fuori la testa soltanto al 17’ con Murillo che non impatta bene di testa da ottima posizione sul corner di Brozovic. Bravo Kondogbia a saltare il pressing di Vecino e Borja, pescare l’inserimento di Palacio, a sua volta geniale a mettere in mezzo per il taglio di Brozovic, che al 26’ fredda Tatarusanu. Il goal ribalta la trama del match, perché i padroni di casa perdono fiducia e soprattutto brillantezza sugli esterni. Ilicic gira a vuoto e Valero non può accendere la fase offensiva. L’unico pericolo per Handanovic arriva allo scadere, con Vecino che gira di testa un cross di Valero e il portiere che però vola più ad uso dei fotografi che per effettiva necessità.

La ripresa inizia senza cambi. Appena Zarate rileva Tello, al 15’ un cross di Ilicic spizzato da Murillo viene girato in porta proprio da Valero. E rischia il colpo del k.o. subito dopo per un mani in area di Telles. Al 37’ Telles stende Bernardeschi e prende il secondo giallo. Mancini quindi deve inserire D’Ambrosio per Palacio. Per contro Sousa, che stava inserendo solo Costa per Vecino, si gioca anche la carta Babacar per Ilicic. Sembra tardi, invece nel recupero Handanovic si impappina su Zarate e proprio Babacar manda in estasi il Franchi.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter