La Fiorentina compie l’impresa a Moenchengladbach: é 0-1

Una perfetta punzione di Federico Bernardeschi regala alla Fiorentina l’andata dei sedicesimi di Europa League. Il Borussia Moenchengladbach colpisce anche un palo con Johnson.

FORMAZIONI:

Borussia Moenchengladbach (4-4-2): Sommer; Jantschke, Christensen, Vestetgaard, Wendt; Herrmann, Kramer, Dahoud, Johnson; Hazard, Stindl. All. Hecking.

Fiorentina (3-4-2-1): Tatarusanu; Sanchez, Astori, Rodriguez; Tello, Vecino, Badelj, Olivera; Valero, Bernardeschi; Kalinic. All. Sousa.

CRONACA:

Il Borussia Moenchengladbach parte a razzo e mette subito in difficoltà la Fiorentina, che dopo 14 minuti va vicino al goal: incursione in area viola di Hazard che serve di tacco Kramer che calcia di prima intenzione dal limite dell’area piccola ma trova un Tatarusanu in uscita pronto a respingere con una mano e recuperare poi anche la palla vagante. Due minuti dopo è ancora Borussia in avanti, con Johnson che serve in area Kramer il quale al momento della conclusione viene contrastato da Maxi Olivera intervenuto in scivolata; i tedeschi chiedono a gran voce il calcio di rigore, ma l’arbitro Manzano lascia proseguire l’azione. E’ un primo tempo di sofferenza per la Fiorentina, che riesce ad arginare a fatica le manovre offensive tedesche, con soprattutto Herrmann che sulla fascia destra sembra davvero incontenibile. Al 41′ è ancora il Borussia ad andare vicinissimo al vantaggio: bella azione manovrata della squadra di Hecking, con Herrmann che dalla destra effettua un pericoloso cross in area, ma Stindl sbaglia clamorosamente la chance. Un minuto dopo è invece il palo, su conclusione di Johnson, a dire no al Borussia. Al 44′, poi, la Fiorentina trova clamorosamente il goal del vantaggio: calcio di punizione dalla distanza e Bernardeschi con una conclusione a giro riesce a mettere il pallone nell’angolo alto alla destra di Sommer, che in tuffo non arriva alla deviazione.

Squadre in campo nella ripresa con gli stessi undici del primo tempo e anche con lo stesso spirito: Borussia veemente nei propri assalti, tanto più che ora ha un goal da rimontare, mentre la Fiorentina cerca di rispondere in ripartenza e provare a sfruttare i maggiori spazi concessi dagli avversari. Al 63′ la squadra viola va vicina al raddoppio: su cross basso dalla destra di Tello è Borja Valero a colpire di prima intenzione senza però inquadrare la porta ma mandando la palla di poco a lato. Un minuto dopo l’autore del goal viola Bernardeschi lascia il campo a Cristoforo. Al 67′ buona occasione per il Borussia, con Wendt che calcia in porta da posizione un po’ defilata sulla sinistra ma il suo rasoterra si spegne di poco a lato. La Fiorentina è costretta sulla difensiva dal forcing del Borussia, che riesce a portarsi più volte sulle fasce per il cross pericoloso in area ma con le conclusioni non inquadra lo specchio della porta viola. All’81’ ancora Borussia pericoloso in avanti, con Stindl che sull’uscita di Tatarusanu serve all’indietro per un compagno, ma Badelj riesce a mettere in corner evitando la facile conclusione avversaria a porta vuota. Due minuti dopo risponde Borja Valero con una conclusione dalla distanza fermata in due tempi da Sommer. Nel finale la Fiorentina riesce a tenere il pallone lontano dalla propria porta, sfruttando anche gli allunghi di Babacar, subentrato al 77′ a Kalinic, e alla fine conserva il goal di vantaggio conquistando un’importante vittoria in trasferta in vista del match di ritorno al Franchi.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter