La Fiorentina batte un Napoli spento: 3-0

Una tripletta di Giovanni Simeone tramortisce i sogni di gloria del Napoli: in virtù del 3-0 di Firenze. Napoli mai in partita e condizionati dall’espulsione in avvio di Koulibaly. Fiorentina sempre in corsa per l’Europa.

FORMAZIONI:

Fiorentina (4-3-1-2): Sportiello; Laurini, Milenkovic, Pezzella, Biraghi; Veretout, Badelj, Benassi; Saponara; Chiesa, Simeone. All. Pioli.

Napoli (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Rui; Allan, Jorginho, Hamsik; Callejon, Mertens, Insigne. All. Sarri.

CRONACA:

Un Napoli quasi irriconoscibile quello visto al Franchi, anche se la prova dei partenopei è stata per forza di cose condizionata dall’espulsione di Koulibaly arrivata nei primissimi minuti della sfida. Dopo il rosso sventolato al difensore senegalese, Maurizio Sarri è stato costretto a snaturare la sua squadra. Il tecnico azzurro ha rinunciato alle geometrie di Jorginho per inserire Tonelli ed ha ridisegnato la sua compagine con un 4-4-1 nel quale Insigne e Callejon sono stati chiamati anche a presidiare le fasce, mentre Mertens è rimasto da solo in attacco. Ne è venuta fuori una gara nella quale la Fiorentina ha potuto fari girare palla e dettare i tempi di gioco con relativa facilità, anche se a volte i gigliati sono sembrati peccare in fatto di velocità. Se infatti il rientrante Badelj non ha fatto mancare il suo apporto in fase di gestione della sfera, più difficoltà ha trovato Saponara nel proporsi con puntualità tra le linee. Le azioni viola hanno quindi trovato il loro sfogo naturale nelle incursioni di Chiesa e Simeone, con l’argentino che in particolare è stato spesso in grado di mettere in crisi la retroguardia avversaria.

Nella ripresa Sarri ha provato a dare nuova linfa alla sua squadra gettando nella mischia Milik e Zielinski al posto dei deludenti Mertens ed Hamsik, la piega della gara però non è cambiata. Il Napoli è rimasto inghiottito da una serie di errori tecnici, di disattenzioni difensive e probabilmente da un mix di stanchezza e nervosismo, tutte cose alle quali la compagine azzurra non ha di certo abituato nel corso di questo campionato vissuto da straordinario protagonista. La Fiorentina torna alla vittoria, resta in corsa per una qualificazione europea e fa un favore ai rivali di sempre della Juventus. Il Napoli incappa nella prima sconfitta esterna nella domenica meno indicata e vede ora farsi tremendamente in salita la strada che porta a quel sogno chiamato Scudetto.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter