La Fiorentina agguanta il pareggio: 3-3 all’Inter

All’11’ di recupero Jordan Veretout trova il clamoroso 3-3 su calcio di rigore in una partita infinita. Vantaggio lampo con l’autogol di de Vrij, ma l’Inter la ribalta con le reti di Matis Vecino, Matteo Politano e Ivan Perisic. Entra Luis Muriel e la Fiorentina fa partire la rimonta, completata da Jordan Veretout. Inter che conserva ora un +2 sul Milan e un +3 sulla Roma

FORMAZIONI:

Fiorentina (4-3-3): Lafont; Laurini, Ceccherini, Hugo, Biraghi; Benassi, Fernandes, Veretout; Chiesa, Simeone, Gerson. All. Pioli.

Inter (4-2-3-1): Handanovic; D’Ambrosio, De Vrij, Skriniar, Dalbert; Vecino, Brozovic; Politano, Nainggolan, Perisic; Martinez. All. Spalletti.

CRONACA:

Passano meno di venti secondi e la formazione di casa è già in vantaggio: Chiesa brucia in velocità l’intera difesa nerazzurra e mette al centro per Simeone, che impatta male il pallone ma trova la deviazione di De Vrij nella propria porta . La reazione ospite è immediata e arriva sugli sviluppi di un calcio piazzato: l’ex Vecino viene lasciato tutto solo in area e con un destro al volo firma l’1-1 che raffredda il Franchi. Il match resta molto vivace e la velocità di Chiesa continua a mettere in crisi la retroguardia di Spalletti, ma poco prima dell’intervallo una splendida giocata di Politano ribalta il risultato: il sinistro del giocatore italiano è potente e preciso, Inter in vantaggio alla fine del primo tempo.

Ad inizio ripresa un’altra doccia gelata per il pubblico di casa: Edimilson Fernandes devia un cross in area con un braccio troppo largo e l’arbitro assegna il penalty dopo aver consultato il VAR. Dal dischetto il sinistro di Perisic è perfetto, Lafont spiazzato e Inter in controllo del match. Al 62′ Biraghi scarica sotto la traversa il sinistro che riaprirebbe il match, ma l’arbitro rivede l’azione al VAR e annulla il goal per un precedente fallo di Muriel su D’Ambrosio. La Fiorentina continua però a spingere e accorcia con un calcio di punizione spettacolare dello stesso Muriel, che insacca sotto l’incrocio con una traiettoria da urlo. Nel finale sale la tensione e in pieno recupero l’arbitro assegna un penalty per un presunto tocco di mano di D’Ambrosio in area: dopo aver analizzato l’azione sullo schermo del VAR Abisso conferma la sua decisione e dal dischetto Veretout resta lucido. Handanovic è spiazzato e la Viola si salva.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter