Juventus gelata dallo Young Boys: 2-1

Una doppietta Guillaume Hoarau, in un terreno semi-impraticabile, stende la Juventus, a cui non basta la rete nel finale di Paulo Dybala. L’argentino nel recupero aveva trovato il 2-2, ma è stato annullato per fuorigioco. Il primo posto arriva comunque, vista la sconfitta dello United a Valencia

FORMAZIONI:

Young Boys (4-3-3): Wolfli; Mbabu, Camara, Benito, Garcia; Sow, Lauper, Aebischer; Ngamaleu, Hoarau, Fassnacht. All. Seoane.

Juventus (4-4-2): Szczesny; De Sciglio, Rugani, Bonucci, Cuadrado; Costa, Bentancur, Pjanic, Bernardeschi; Mandzukic, Ronaldo. All. Allegri.

CRONACA:

Fin da subito il divario tecnico tra le due squadre appare dei più notevoli, con Cristiano Ronaldo – in tre circostanze – a sfiorare la gioia personale. Per i bianconeri la prima cattiva notizia arriva dall’infermeria: problema al ginocchio sinistro per Cuadrado, dentro il rientrante Alex Sandro. La seconda, invece, la regala direttamente il campo. Disimpegno sanguinoso in orizzontale di Douglas Costa, Alex Sandro ad atterrare Ngamaleu: dal dischetto l’esperto Hoarau la sblocca.

Nel secondo tempo la Juventus prova subito a ristabilire la parità, con Alex Sandro a centrare la traversa. Ma sono ancora i padroni di casa a segnare sempre con Hoarau. Entra Dybala, che accorcia le distanze. Ed è ancora l’argentino a spaventare nel finale gli svizzeri: altra rete, ma questa volta non convalidata. Numeri: la Joya ha realizzato cinque degli ultime sette goal della Juventus in Champions League.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo