Juventus col minimo sforzo, 0-2 al Chievo Verona

Chievo tosto, ma finisce 0-2. Le espulsioni di Bastien e Cacciatore spianano la strada alla Juventus. Segnano Sami Khedira su assist di Bernardeschi e Gonzalo Higuain su assist di Douglas Costa. Juvenus prima in classifica in attesa del Napoli.

FORMAZIONI:

Chievo (5-3-2) Sorrentino; Cacciatore, Bani, Dainelli, Tomovic, Jarosztynsky; Bastien, Radovanoc, Hetemay; Pucciarelli, Birsa. All. Maran.

Juventus (4-3-3) Szczesny; De Sciglio, Barzagli,Benatia, Asamoah; Khedira, Pjanic, Sturaro; Douglas Costa, Higuain, Mandzukic. All. Allegri.

CRONACA

Allo stadio Bentegodi Di Verona si affrontano la Vecchia Signora contro il Chievo Verona che è reduce dalla batosta dell’olimpico contro la Lazio, mentre per i bianconeri è un ottima occasione per mettere pressione al Napoli infatti con i tre punti balzerebbero al comando della classifica.

Maran sceglie un assetto molto difensivo con 5 elementi a protezione di Sorrentino, Allegri conferma l’ormai consolidato sistema di gioco con Asamoah preferito ad Alex Sandro e sc.hiera Sturaro al posto dell’indisponibile Matuidi

Inizio di match che vede un Chievo molto attento e vigile che chiude bene gli spazi che costringe la Juventus un giro palla arretrato molto lento e prevedibile.

Partita che diventa a tratti soporifera bisogna attendere la mezzo’ora per vedere la prima conclusione nello specchio della porta, buona incursione di Costa che libera il Pipita al tiro dal limite dell’area ma il tiro e debole e centrale facile preda del portiere ex Palermo, ma e poco dopo accade l’episodio che da una sterzata decisiva all’incontro nel giro di due minuti tra il 35′ e il 37′ minuto, Bastien si fa prima ammonire per una brutta entrata ai danni di Asamoah, e poi sempre sullo stesso ghanese è protagonista di una trattenuta plateale inevitabile la seconda ammonizione ed espulsione, bianconeri in superiorità numerica, ma che non riescono a sfruttare ultimo squillo della prima frazione e quello di Khedira che dai 30 metri fa partire un tiro potente ma non molto angolato  che trova un Sorrentino sempre pronto.

Seconda frazione che non preannuncia spettacolo, gioco statico della vecchia signora e clivensi dietro ad attendere, 8′ minuto, ancora Costa che serve l’ex bayern a centro area ma Sorrentino non si fa sorprendere e blocca.

Quattordicesimo Minuto succede l’inverosimile sugli sviluppi di un contropiede dei gialloblu Cacciatore non riesce a sfruttare un bel cross dalla sinistra, e cade per terra dolorante, ma poi si rialza per rientrare in gioco, l’arbitro lo invita a rimanere fuori dal campo, ne sussegue un battibecco che sfocia in una reazione poco elegante del difensore clivense che mima il gesto delle manette e viene espulso, Chievo che rimane in nove.

Bianconeri all’arrembaggio per approfittare della doppia superiorità numerica, al ventiduesimo la partita si sblocca, Khedira lancia con un lob l’appena entrato Bernardeschi  che scarica all’indietro dove trova ancora l’ex Real che di destro trafigge Sorrentino per l’uno a zero.

La vecchia signora adesso in pieno controllo,  che continua ad assediare l’area avversaria ma senza grandi risultati fino al 42′ con Higuain che sfrutta  al massimo un traversone di Costa e appoggia in rete spegnendo il digiuno di gol, l’ultima rete è stata al San Paolo quasi due mesi fa.

Juventus che con questa vittoria scavalca il Napoli e raggiunge il primo posto Aspettando gli azzurri che giocano domani contro il Bologna.

 

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter