Juventus col brivido: 3-1 al Sassuolo

In superiorità numerica per tutto il secondo tempo per l’espulsione via VAR di Obiang, i bianconeri conquistano un successo faticoso ma preziosissimo grazie alle reti di Danilo, Ramsey e Ronaldo. Defrel porta sul pareggio i neroverdi, che però crollano nel finale

FORMAZIONI:

Juventus (4-4-2): Szczesny; Danilo, Bonucci, Demiral, Frabotta; Chiesa, Bentancur, Arthur, McKennie; Dybala, Ronaldo. All. Pirlo.

Sassuolo (4-2-3-1): Consigli; Muldur, Chiriches, Ferrari, Kyriakopoulos; Obiang, Locatelli; Traoré, Djuricic, Defrel; Caputo. All. De Zerbi.

CRONACA:

I neroverdi, segreto di Pulcinella, fanno del possesso il loro punto di forza. Non sorprendono, quindi, le difficoltà riscontrare dalla Signora nella prima frazione di gara. Succede di tutto, tranne il goal. Succede, soprattutto, che McKennie e Dybala siano costretti a lasciare anzitempo la sfida. Così come succede che, per un’entrata scomposta sul Chiesa, Obiang finisca sotto la doccia. Decisivo, in quest’occasione, il VAR. Nel mezzo, qualche occasione qua e là con Ronaldo, Frabotta, Demiral e, soprattutto, Kulusevski: che a porta sguarnita non trova incredibilmente l’impatto vincente.

Nella ripresa, invece, arrivano le reti. Prima quella della Juventus: conclusione chirurgica di Danilo. Dopo quella del Sassuolo: Defrel bravo a prendere in mezzo i due centrali bianconeri. Ronaldo, più unico che raro, sbaglia un goal non da lui. Più di nervi, anziché di idee, i campioni d’Italia la portano a casa. Cross di Frabotta, inserimento vincente di Ramsey. La chiude a tripla mandata nel recupero CR7. E, forse, per Pirlo può andare bene così.

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter