La Juventus umilia il Sassuolo: 7-0

La Juventus passeggia contro il Sassuolo: apre Alex sandro, poi si scatena Sami Khedira e segna anche Miralem Pjanic. Il finale é tutto di Gonzalo Higuain.

FORMAZIONI:

Juventus (4-3-3): Buffon; De Sciglio, Rugani, Chiellini, Alex Sandro; Khedira, Pjanic, Matuidi; Bernardeschi, Higuain, Mandzukic. All. Allegri.

Sassuolo (4-3-3): Consigli; Lirola, Lemos, Acerbi, Peluso; Missiroli, Magnanelli, Duncan; Berardi, Babacar, Politano. All. Iachini.

CRONACA:

Archiviata con successo la semifinale di andata di Coppa Italia contro l’Atalanta, la Juventus di Allegri ospita all’Allianz Stadium il Sassuolo di Iachini travolto, la settimana scorsa in casa proprio dell’Atalanta.

Ritorna in campionato dal primo minuto Gigi Buffon, e rientra Rugani in campionato non accadeva dal 19 novembre, per il resto scelte obbligate per il tecnico livornese a causa delle numerose defezioni in attacco giocano Bernardeschi e Mandzukic in appoggio al Pipita, Iachini senza paura opta per un offensivo 4-3-3 con il nuovo acquisto subito titolare, l’ex Viola Babakar.

Bianconeri in ottima condizione fisica che prendono subito in mano il pallino del gioco, dopo 7 minuti impegnano Consigli con una insidiosissima conclusione di Khedira dai 30 metri, ma il portiere neroverde è bravissimo a deviare in angolo, sul corner susseguente battuto da Pjanic che scaturisce una serie di batti e ribatti in area, ne approfitta Alex Sandro che con grande freddezza infila in rete al 9′ minuto.

La Vecchia signora da la sensazione di poter affondare il colpo quando accellera, infatti al 24′ , bella incursione di Higuain che però si allunga troppo il pallone e conclude debolmente costringendo comunque Consigli a non rischiare la presa e allungare in corner, dall’angolo susseguente la Juventus raddoppia, Alex Sandro spizzica di testa, e completamente da solo nell’area piccola per Khedira è un gioco da ragazzi superare l’incolpevole ex Atalanta.

Sassuolo allo sbando che non riesce a reagire e due minuti più tardi, subisce anche la terza rete, splendido tocco in avanti di Pjanic  che libera al contropiede l’ex Real Madrid, entra in area e fa secco per la terza volta Consigli e doppietta personale per il tedesco.

Bisogna attendere 35 minuti per vedere la prima occasione del Sassuolo, Berardi serve Lirola liberissimo in area che invece di servire nuovamente l’attacante calabrese calcia in  porta ma Buffon risponde presente e devia in calcio d’angolo, ma sono ancora i bianconeri a far paura e due minuti più tardi Pjanic, il migliore in campo 3 assist per lui , sfodera un tracciante che si infila all’ angolo basso imprendibile per lo stralunato Consigli ed è poker juve e siamo solo al 38′.

Seconda frazione che si apre con due cambi entrano Sturaro e Benatia al posto di Khedira e dell’acciaccato Rugani, e Beppe Iachini che prova a dare una sterzata a questo brutto pomeriggio, inserendo Matri al posto Berardi passando ad un modulo a due punte, ma lo spartito non cambia e sempre la juve ad essere pericolosa con Bernardeschi al 15′ che viene formato da un attento Consigli che blocca la sua conclusione dal limite, due minuti più tardi è pokerissimo , splendida girata in area del Pipita innescato dall’ex Viola che in diagonale batte il portiere neroverde.

La Vecchia signora non è sazia è infierisce nuovamente sul malcapitato Sassuolo, da uno splendido lancio dal cerchio di centrocampo di Marchisio, subentrato nel primo tempo all’acciaccato Matuidi, Higuan è altrettanto formidabile, aggancio superlativo e mette a sedere il portiere neroverde calando forse il sipario sul match, ma non è cosi, ancora bianconeri in attacco, Bernardeschi, ottima prestazione la sua, libera in area il Pipita che con un lob, supera  Consigli, tripletta e  7 a zero, risultato pesantissimo per la squadra emiliana.

Finisce 7 a 0, una partita che lascia dei buoni spunti fa capire che la Juventus non intende assolutamente lasciare lo scettro di campioni d’Italia e sopratutto traspare una forma fisica strepitosa che fa ben sperare sia per il proseguo del campionato sia per i prossimi impegni europei, al contrario il Sassuolo deve darsi una regolata perchè lo spettro della serie B e dietro l’angolo.

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter