Juventus batte l’Atalanta: 2-0

Atalanta e Juventus si affrontano nel primo pomeriggio domenicale; con Allegri e i suoi che vogliono vincere per mantenere il vantaggio di tre punti sui partenopei.

FORMAZIONI

ATALANTA (3-5-2): Sportiello; Masiello, Paletta, Toloi; Conti, Kurtic, De Roon, Cigarini, Dramé; Borriello, Monachello

JUVE (4-3-1-2): Buffon; Lichtsteiner, Barzagli, Bonucci, Evra; Khedira, Marchisio, Pogba; Pereyra; Mandzukic, Dybala

 

CRONACA

L’Atalanta si trova davanti a sé la capolista bianconera, decisa a vincere per continuare il trend di risultati utili in campionato e per riaffermarsi la prima della classe dopo la vittoria partenopea di ieri. Come sempre infatti, la Juventus parte con ritmi forsennati e ad altissima intensità riuscendo fin da subito ad ottenere la supremazia sul rettangolo verde. È infatti all’ 11′ che arriva il primo squillo bianconero, con Khedira che da posizione ravvicinata fa partire un bel tiro che si spegne addosso a Sportiello. La partita è tutta in discesa per gli ospiti sabaudi,  che infatti nel giro di poco più di 10 minuti trovano il vantaggio. Al 24′ Barzagli impatta la deviazione perfetta di destro dopo che la palla era stata deviata da un colpo di testa nella mischia in area su calcio d’angolo. Palla in fondo alla rete e 1-0 juve. La squadra di allegri sembra gestire bene il vantaggio, conducendo buona parte del tempo di gioco in pieno controllo, eccezion fatta per l’unica occasione degna di nota dell’Atalanta che, al 40′ spreca una bella azione con De Roon che al volo conclude centralmente senza impensierire Buffon. La seconda frazione di gioco segue la falsa riga del primo, con la juve che controlla e affonda e l’Atalanta che subisce e difende. I bianconeri infatti hanno diverse occasioni per allargare il vantaggio, prima con Mandzukic che, dopo aver recuperato in buon pallone, non riesce a trovare l’impatto vincente, poi al 65′ con Khedira il cui tiro si spegne contro la difesa avversaria. È però all’ 86′ che la partita si chiude definitivamente. Il gol porta la firma del giovanissimo Lemina che supera i difensori appena al di fuori della linea d’area e con un missile di esterno destro insacca uno splendido gol alle spalle del portiere bergamasco. La partita finisce 2-0, col Napoli ancora dietro e costretto ad inseguire una juve sempre più carica e motivata per la vittoria finale.

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter