Jack Miller vince un Gran Premio pazzo a Le Mans

Gara pazza a Le Mans, ricca di colpi di scena a causa della pioggia che ha costretto i piloti ad un GP flag to flag ed al cambio moto. Marquez cade mentre é al comando e chiude con un ritiro, Miller nonostante un doppio long lap penalty concede il bis dopo Jerez, regalando la seconda vittoria a Ducati. 2° Zarco, 3° Quartararo

Pazza gara flag-to-flag a Le Mans per i piloti della classe MotoGP, partiti con pneumatici slick e poi costretti a rientrare ai box per prendere le moto equipaggiate con gomme rain e assetto da bagnato.

A vincere non poteva che essere uno degli specialisti di queste condizioni, l’australiano Jack Miller, che in sella alla Ducati bissa così il successo di due settimane fa a Jerez, terza vittoria in Top Class.

Una gara quella dell’australiano vinta nonostante un doppio long lap penalty davanti ad un’altra Ducati, quella del Team Pramac del francese Johann Zarco. Altra doppietta per la Ducati dopo quella del Gran Premio di Spagna.

Sul podio a tenere alta la bandiera della Yamaha un altro transalpino, Fabio Quartararo, nuovo leader della classifica iridata.

Grandissima la gara di Francesco Bagnaia, che partito dalle retrovie dopo una prima parte sull’asciutto non all’altezza, ha saputo recuperare fino ai piedi del podio. Una “pezza” messa da “Pecco” dopo un difficile weekend.

Strepitosa anche la gara di Danilo Petrucci, che partito dalle retrovie e dopo il miglior tempo del warm up, ha chiuso quinto, miglior KTM al traguardo. Una bella soddisfazione per l’ex pilota Ducati che dopo un difficilissimo inizio di stagione aveva bisogno di un grande risultato come quello arrivato oggi.

“Petrux” ha chiuso davanti alle Honda del Team LCR di Alex Marquez e Takaaki Nagakami, a loro volta davanti alla Honda Repsol di Pol Espargarò e alla KTM di Iker Lecuona. Maverick Vinales, chiude la Top Ten.

Valentino Rossi ha tagliato il traguardo in undicesima posizione dopo aver perso terreno in una primissima fase di gara dove il suo team-mate Franco Morbidelli è caduto per un’incomprensione con Pol Espargarò. Uno zero pesante per Morbido, che a Jerez era tornato sul podio e che è tornato in sella chiudendo 16esimo.

A punti i rookie Luca Marini ed Enea Bastianini che hanno chiuso in 12esima e 14esima posizione.

Tante le vittime illustri dell’asfalto di Le Mans; sono caduti senza conseguenze Joan Mir, Alex Rins, Miguel Oliveira e Marc Marquez, con l’otto volte iridato caduto due volte mentre era tra i protagonisti. Doppio ritiro per problemi tecnici per le Aprilia di Lorenzo Savadori e Aleix Espargarò.

La classifica iridata è ora comandata da Fabio Quartararo, che ha 80 punti contro i 79 di Bagnaia, i 68 di Zarco, i 64 di Miller, i 56 di Vinales e i 48 del Campione in carica Joan Mir.

ORDINE D’ARRIVO:
1. Jack Miller Ducati Lenovo Team 47:25.47
2. Johann Zarco Pramac Racing +3.97
3. Fabio Quartararo Monster Energy Yamaha +14.46
4. Francesco Bagnaia Ducati Lenovo Team +16.17
5. Danilo Petrucci Tech3 KTM +21.43
6. Alex Marquez LCR Honda +23.50
7. Takaaki Nakagami LCR Honda +30.16
8. Pol Espargarò Repsol Honda 35.22
9. Iker Lecuona Tech3 KTM +40.43
10. Maverick Vinales Monster Energy Yamaha +40.57

About the Author

Elisa Bencini
Elisa Bencini. Classe '89 laureanda in storia e tutela dei beni artistici a Firenze, ama il calcio e lo sport in generale e professa una fede sola: per la Fiorentina. Ha collaborato con alcuni giornali online, scrive per Sprint e Sport. E' la fondatrice e l'ideatrice del Blog dello Sportivo

Più letti

Articoli a Random

Facebook

Twitter